Veneto

Vitas: In Vino Veritas

di Orfeo Meneghetti
Maggio 30, 2011

Vitas: in vino veritas

Vitas: in vino veritas

La strada che conduce a Strassoldo (Ud) può essere lunga, ma vale la pena di farla. Il centro è uno splendido borgo feudale fortificato tra Palmanova e Aquileia. Il comune è una pietra preziosa incastonata in un'area dalla storia millenaria. Non è certo un caso che in questo contesto s'inserisca la tradizione quasi secolare di produrre vino dell'azienda di Roberto Vitas. Cominciamo con la sede che è una storica dimora settecentesca immersa in un parco secolare attraversato da un lungo viale di magnolie che si perde fra i vigneti. Nel corso degli ultimi anni l'intera superficie vitata è stata riorganizzata con sistemi d'allevamento di moderna concezione. L'azienda controlla l'intera filiera. Partendo dalle uve, tutte di produzione propria, i processi produttivi avvengono esclusivamente all'interno dell'azienda e la loro conduzione è rigorosamente gestita dalla famiglia Vitas.








La fascia di terra occupata dall'azienda presenta delle caratteristiche pedoclimatiche che si sono rivelate particolarmente adatte alla coltivazione della vite fin dall'antichità. Testimonianze risalenti a due mila anni fa descrivono questo territorio come una zona in cui la coltura della vite era presente già allora. A raccogliere l'eredità di un'azienda che ha ormai un secolo di vita, e che è stata tramandata di padre in figlio da quattro generazioni, è ora Roberto Vitas. Romano, invece, ne fu il fondatore. Roberto cresciuto all'ombra dei vigneti dell'azienda di casa, coltiva da sempre un vivo interesse per il mondo del vino che gli ha consentito d'acquisire una formazione personale in marketing, finanza e controllo. La produzione dell'azienda è in linea con i vini classici della regione Friuli Venezia Giulia. Rivolgiamo l'attenzione al Refosco dal peduncolo rosso. L'azienda è di trentotto ettari con un terreno d'origine alluvionale prevalentemente argilloso, con presenza di sabbia e ghiaia che permettono di drenare in modo naturale le acque. La vicinanza del vigneto al mare crea un microclima ideale per la coltivazione della vite: le temperature invernali sono mitigate, mentre d'estate si riduce l'umidità grazie alla costante brezza marina che spira sulle viti. La vite è lavorata con il sistema guyot inerbito e la resa è di 95 quintali per ettaro. La vendemmia avviene nella seconda quindicina di settembre ed è effettuata manualmente. La procedura di vinificazione avviene con la macerazione in rosso. La fermentazione alcolica si attua a temperatura costante, 25 gradi, seguita dall'avvio spontaneo della fermentazione malolattica. Il vino è di un bel rosso rubino e dai profumi fruttati. Notevoli la freschezza e la forza tannica.
nella foto sotto Roberto Vitas, sopra i vitigni dell'azienda di Strassoldo