Vini del Friuli

di Leonardo Felician
Ott. 3, 2021

Le Due Torri, l’azienda vinicola di Ermanno Maniero, si trova a Corno di Rosazzo, in provincia di Udine e condivide la passione e la tecnologia enologica per cui il territorio del Friuli è ben noto

Sperimentare continua, innovazione, ricerca della qualità si coniugano con un meticoloso rispetto per la tradizione e con una vera venerazione per il lavoro, tipica di un popolo operoso come quello friulano. Non si tratta di una grande azienda: solo otto ettari di vigneto nei Colli friulani, custode però di una lunga storia nella cura dei vigneti storici, uno addirittura centenario, l’altro con più di mezzo secolo di vita, perché secondo il detto popolare le vigne vecchie danno un vino migliore.

 

Nella zona lambita dal torrente Torre che sta a cavallo tra le Grave e i Colli Orientali del Friuli i quattro ettari di bosco naturale che abbracciano i vigneti creano un microclima unico permettendo all’azienda di coltivare una biodiversità indigena: tra le sedici varietà di viti, infatti, ben sette sono varietà autoctone, produzioni di nicchia, ricercate dagli intenditori che desiderano scoprire varietà diverse dagli onnipresenti vitigni internazionali. Le degustazioni in azienda sono il modo migliore per venir a contatto con questa storia e scoprirne gli aromi e i sapori: dalla ribolla gialla, ferma o spumantizzata, uno dei vitigni friulani più conosciuti e apprezzati in tutta Italia al meno noto Tazzelenghe, un vino rosso IGT della regione, esclusivo della provincia di Udine.

 

Lo spumante metodo integrale Le Due Torri è un brut naturale prodotto con uve di ribolla gialla e chardonnay su vigneti impiantati di recente e allevati a guyot bilaterale con una densità di impianto di 4500 piante per ettaro. Le uve vengono raccolte nel momento della piena maturità aromatica senza necessità di anticipare la data di raccolta per mantenere le gradazione zuccherina bassa e successivamente vinificate esclusivamente a mano e fermentate in acciaio e in botti di gelso e rovere. La presa di spuma avviene in bottiglia in inverno, sfruttando il freddo naturale per una rifermentazione a bassa temperatura. Per il tiraggio si utilizzano speciali lieviti immobilizzati che riescono a portare a termine la seconda fermentazione senza intorbidire il vino che resta limpido come con il metodo classico tradizionale. Lo spumante, che è a dosaggio zero, viene posto in commercio dopo 240 mesi sui lieviti, non sboccato: pertanto l’affinamento sui lieviti perdura anche in bottiglia fino a che il vino non viene consumato: ciò permette anche di ridurre le dosi di solfiti che nel prodotto finito sono inferiori del 75% rispetto ai limiti legali.

Le Due Torri Azienda Agricola

Via San Martino 19, Corno di Rosazzo(UD)

Tel. 0432 759150

Email: info@le2torri.com

www.le2torri.com