Veneto

Le Vigne Di Roberto

di Francesco Lazzarini
Ott. 21, 2015

Le Vigne di Roberto ,Per vivere il vino con chi lo ama, Prime Bollicine, Roberto Benazzoli

Dopo 63 anni si torna in campagna

Una bella festa con centinaia di appassionati, addetti ai lavori, giornalisti sulle colline attorno a Breganze ha tenuto a battesimo questa piccola ma preziosa cantina che ha il nome del proprietario: Le Vigne di Roberto. Perché Roberto Benazzoli, origini familiari trentine, una vita nell'informatica, prima con la Olivetti e poi con una sua azienda di successo, alla bella età di 63 anni, memore dei suoi avi, ha venduto l’azienda e acquistato una tenuta sulle colline fra Breganze e Fara Vicentino di 3 ettari e mezzo e preso in affitto un terreno di un ettaro a poco distanza. E sui suoi terreni Roberto ha messo a dimora Chardonnay, Pinot Nero, Vespaiola e Cabernet Franc. Ma non solo perché tutta la cantina e la fattoria sono state pensate per accogliere i visitatori e vivere il vino, dove la convivialità diventa motore di aggregazione e interesse per il vino.

Dopo 63 anni si torna in campagna

Nella nuova cantina di Benazzoli

Si presenta così la nuova cantina de Le Vigne di Roberto: 500 metri quadrati su due livelli, costruita secondo i criteri della sostenibilità ambientale: in classe A+, è dotata di un impianto fotovoltaico da 11,5 KW con pannelli integrati nella copertura in cotto (i coppi fotovoltaici) a bassissimo impatto estetico. L’area è dotata di otto drenaggi per il recupero delle acque piovane poste in un serbatoio di 60.000 litri utilizzato per l’irrigazione delle parti verdi. Se vinificazione e imbottigliamento rimangono nell’altra cantina poco lontana dove sono stati realizzati dal 2011 ad oggi, la nuova struttura viene tutta dedicata all’accoglienza. Ampi spazi pensati per organizzare degustazioni, eventi e serate a tema.

 

Nella nuova cantina di Benazzoli

Dalle Prime Bollicine al Franc, al Clivone, al Torcolato e un Metodo Classico Rosè

“Il mio rapporto con il vino – spiega Roberto Benazzoli – è lo stesso di tanti appassionati che si accostano a questo prodotto per passare una serata in compagnia. Mettiamo al bando il linguaggio troppo forbito e torniamo all’essenziale: per questo abbiamo tolto qualsiasi barriera tra la vigna e la sala degustazioni, tra il luogo in cui cresce l’uva e quello in cui si consuma il vino. Tutto il resto sono cose tecniche, che possono stare da un’altra parte”. Le Vigne di Roberto produce attualmente quattro vini: lo spumante Prime Bollicine (un blend di Chardonnay al 50%, Vespaiola 35% e Pinot Nero 15%), Il Mio Franc, cabernet Franc 100%; Clivone, taglio bordolese e Torcolato Breganze DOC, ovviamente vespaiola al 10%. Tutti vini piacevolissimi da bere, freschi e profumati. Ancora sui lieviti invece un Metodo Classico Rosé (nel quale il Pinot Nero fa la parte del leone) la cui sboccatura è prevista per il prossimo anno e che promette di diventare il fiore all’occhiello di tutta la produzione. Orari di apertura al pubblico della cantina: mercoledì e venerdì dalle 16 alle 22; giovedì dalle 16 alle 19; sabato dalle 9 alle 12.

Per informazioni: info@levignediroberto.it.

Dalle Prime Bollicine al Franc, al Clivone, al Torcolato e un  Metodo Classico Rosè