Le bollicine Trentodoc e Ferrari "superstar" al Wine World Championships di New York

di Giuseppe Casagrande
Dic. 14, 2020

Al campionato mondiale degli spumanti il Trentino ha conquistato 52 medaglie (20 d'oro). La "maison" Ferrari seconda al mondo con 9 ori e 5 argenti. Al Ferrari Brut l'Oscar di miglior spumante italiano

 

Trentino superstar al campionato mondiale delle bollicine con l'Italia protagonista assoluta. Per la prima volta, infatti, il Belpaese batte la Francia nella classifica complessiva delle medaglie conquistate. Questo il verdetto del “The Champagne & Sparkling Wine World Championships 2020” di New York, il più autorevole concorso internazionale sugli spumanti (30 i Paesi partecipanti) ideato da Tom Stevenson. Il prestigioso medagliere vede, per la prima volta, un pareggio per quanto riguarda le medaglie d'oro conquistate (47 a 47 su un totale di 128), ma con l'Italia che surclassa i francesi sul fronte delle medaglie d'argento: 111 a 42. 

Determinante in questa classifica il contributo degli spumanti Trentodoc. Le “bollicine di montagna” trentine, infatti, hanno conquistato ben 52 medaglie, di cui 20 d’oro. Un successo straordinario con la casa spumantistica Ferrari asso pigliatutto. La "maison" di Ravina ha infatti portato a casa nove medaglie d’oro e cinque d’argento, classificandosi seconda assoluta a livello mondiale alle spalle della "maison" francese Louis Roederer, che ha conquistato  11 medaglie d'oro. Inoltre con il Ferrari Brut formato Magnum ha conquistato l'Oscar di miglior spumante italiano.

"Siamo particolarmente orgogliosi di questo risultato – ha commentato Matteo Lunelli, presidente delle Cantine Ferrari – perché da sempre pensiamo che la qualità del nostro lavoro si debba giudicare valutando tutta la nostra gamma di etichette e, soprattutto, la costanza qualitativa nel tempo, espressa dagli spumanti non millesimati”. Questo approccio è testimoniato dal fatto che il titolo di Italian National Champion sia stato attribuito ad un Trentodoc della Casa non millesimato, creato in un numero considerevole di bottiglie". Il Ferrari Brut si conferma così ancora una volta il brindisi italiano per eccellenza.

 

Grande soddisfazione ha espresso anche il presidente dell'Istituto Trentodoc Enrico Zanoni (il consorzio raggruppa 57 aziende spumantistiche): “Il concorso Champagne & Sparkling Wine World Championship è un vero e proprio Oscar della spumantistica mondiale per cui i riconoscimenti assegnati alle bollicine del Trentino rappresentano motivo di grande soddisfazione ed un ulteriore stimolo per i nostri associati" ha dichiarato. "La crescente reputazione delle nostre bollicine di montagna nel panorama italiano e internazionale - ha aggiunto - è un valore importante per tutto il territorio trentino". 

Tom Stevenson, a sua volta, ha ribadito che il Trentodoc è senza dubbio fra le tre migliori regioni al mondo nella produzione di spumante. "Il segreto? L'altitudine e la montagna rappresentano per il Trentino una grande risorsa: il 70% del territorio trentino, infatti, è posto sopra i mille metri sul livello del mare, il 20% sopra i duemila con 94 vette che superano i 3 mila metri. I territori dedicati alla vigna, che, in alcuni casi sorgono a 900 metri di quota, sono fazzoletti di terra rubati alla montagna, dove la proprietà media è molto frammentata e il costo del lavoro è elevato".

Il lusinghiero risultato conseguito dalle bollicine trentine va di pari passo con il boom del settore spumantistico italiano certificato anche dalle numerose medaglie conquistate dalla Franciacorta e dal Prosecco, in particolare dal Prosecco Superiore Docg del Consorzio storico Conegliano e Valdobbiadene, patrimonio Unesco, senza dimenticare il Prosecco Docg delle Colline di Asolo, l'Asti spumante, il pianeta Lambrusco e gli spumanti siciliani. In alto i calici.

TRENTINO: LE 20 MEDAGLIE D'ORO

FERRARI (9) - Ferrari Brut (Magnum); Maximum Brut Blanc de Blancs; Giulio Ferrari Riserva del Fondatore 2006 (Magnum); Perlé Bianco Riserva 2010 (Magnum); Perlé Nero Riserva 2011; Perlé Nero Riserva (Magnum); Perlé Magnum 2013 (Magnum); Riserva Lunelli 2010; Riserva Lunelli (Magnum) 2010.

CAVIT (1) - Altemasi Millesimato 2016 (Magnum).

BOLOGNANI (1) - Pernilo 2014

BORGO DEI POSSERI (1) - Tananai 2016.

LETRARI (1) - Brut Riserva 2011 (Magnum).

MASO MARTIS (2) - Brut Riserva 2014 (Magnum); Madame Martis Brut Riserva 2008 (Magnum).

ROTARI (3) - Alperegis Rosé 2013 (Magnum); Alperegis Rosé 2015; Gran Rosé 201.

VILLA CORNIOLE (2) - Salìsa 2016; Dosaggio Zero 2015.