Il Vino del paese che non c’è

di Angela Merolla
Set. 23, 2017

Dalle cantine Marisa Cuomo

Metti un paese che non c’è, senza centro ne piazza, il caseggiato sui fianchi della strada che scende giù in Costiera Amalfitana. Un territorio stupefacente, dove fette di terra, muri a secco e roccia accolgono le vigne delle locali uve Ripoli,  Fenile, Ginestra, nate dalla roccia e sdraiate in orizzontale  su  pergole tra cielo e mare. Metti un vino  non replicabile e  sei a Furore alle Cantine Marisa Cuomo.

 

slider5.jpg

 

Ad un anno dal matrimonio Andrea Ferraioli fa dono a sua moglie Marisa della nascente azienda vitivinicola, a suggellare il loro legame e tacitamente quello con la loro terra. Uomo caparbio, il “furore” è insito in lui, decide di sfidare l’impervio territorio e quanti non credevano nella unicità degli antichi vitigni autoctoni di Furore. Oggi come allora semplici e disponibili, Andrea Ferraioli e Marisa Cuomo, lavorano in prima persona sia in vigna che in cantina, attenti e professionali, i prestigiosi riconoscimenti ai loro vini estremi non li hanno cambiati, con piacere raccontano la storia della azienda che è andata di passo con la loro vita di coppia.

 

RAVELLO-BIANCO-1-1000x430.jpg

 

I vini Costa d’Amalfi Doc Marisa Cuomo, riescono ad avvicinare l’immaginario al territorio di roccia e di mare ogni tanto interrotto dal vigore della macchia mediterranea. Fiorduva, punta di diamante, vino bianco longevo dai vitigni Fenile, Ginestra e Ripoli, dorato e lucente, nonostante l’uso del legno al naso esplode di frutta agrumata e floreale selvatico, si allunga in delicate note speziate, diretto nella freschezza che permane nella beva, un elegante calice equilibrato ed armonico, sicuramente irresistibile.

Cantine Marisa Cuomo Via G.B. Lama 16/18 – Furore (SA) Tel. 089 830348 – Fax 089 8304014
info@marisacuomo.com –www.marisacuomo.com

 

img.jpeg