Elisa Dilavanzo personaggio del vino 2019

di Vinoecibo
Dic. 20, 2019

198,09 / 200 punti per il suo Spumante da Moscato Giallo Fior d’Arancio al Blues&Wine Soul Festival

image001-620.jpg

 

Grande partecipazione ed interesse di pubblico e giurati per i XIII° Awards assegnati dal Blues & Wine Soul Festival, nato nel 2007 da un’idea del creatore e patron dello stesso Festival, l’artista del Soul e del Blues Joe Castellano - quest’anno insignito di un prestigioso Grammy Award per il Blues & Soul italiano ed europeo. Teatro della Festa/Cena finale uno dei “templi” del vino in Sicilia, il Ristorante Nangalarruni di Castelbuono, del premiato chef Peppe Carollo.
 
Nella Selezione di apertura degli Spumanti, partita a due che ha visto la vittoria dello splendido Metodo Classico gran Cuvèe 2013, dell’ azienda Arunda Vivaldi di Meltina – Alto Adige, che ha preceduto l’ottimo Saten Franciacorta 2014 Millesimato, proposto dall’azienda Quadra . Seguono il nuovo Metodo Classico della siciliana “Feudo Principe di Corleone” con l’etichetta “Sanloè” (da Nerello Mascalese) e i due Brut  Metodo Charmat, della prestigiosa toscana “Castello Banfi” (con il “Tener” prodotto nelle tenute dell’Alta Langa) e dalla veneta “Ca’ Piadera” del Prosecco DOCG Valdobbiadene

 

79628141_10215982072288183_4517239859387039744_o.jpg

 

Vera battaglia, di contro, per la Selezione Bianchi e Rossi che fra i contendenti ha visto la supremazia, con punti 182.80/200, del profumato e coinvolgente Traminer aromatico/Sauvignon Blanc “Kikè” 2018 di Cantine Fina. Bottiglia che per un solo punto in più, l’ha spuntata sull’ottimo “Bianco Infinito” di Maeli (Veneto), tratto da Moscato Giallo secco. Terza posizione per l'azienda Planeta con il suo “Terebinto” Grillo 2018, prodotto altrettanto profumato e beverino.
Assolutamente degno di nota poi, il fatto che mai era accaduto che tutti e 4 i vini Rossi finalisti, ricevessero le 5B del Festival. È stata battaglia di sapori, con etichette davvero speciali . L’ha spuntata il corposo Nocera 2017 dell’Azienda Gaglio Vignaioli, di Oliveri (Messina), presentato per la prima volta al Vinitaly 2019 e il Vino Rosso più votato dalla Giuria con il miglior rapporto qualità/prezzo. Di poco dietro, l’eccellente “Nero di Troia Riserva Ottagono 2014” delle Cantine Torrevento – Corato / Puglia – che ha stupito per il grande equilibrio e la grande finezza del prodotto.
Al terzo posto in ex aequo (con meno di un punto di differenza) il campione di tanti Blues & Wine Awards, quale lo “Hierà” di Carlo Hauner e l’interessantissimo Perricone “Granmassenti” di Feudo Disisa, che probabilmente con qualche anno di invecchiamento in più, potrebbe scalare grandissimi riconoscimenti.

 

79226533_3083315011695971_969015029376483328_o.jpg

 

Assolutamente inedito infine quanto successo nell’ultima Selezione dei Vini da Dessert allo Spumante da Moscato Giallo Fior d’Arancio dell’Azienda Veneta Maeli , guidata da Elisa Dilavanzo,  presente anch’essa alla cena di questi Awards 2019, che per la prima volta nella storia della kermesse ottiene il massimo riconoscimento delle “5BWS”, con ben 198,09/200 punti ed entrando di diritto nella c.d. “Hall of Fame” delle aziende ospitate dal Festival. Al secondo posto la Malvasia Passita di Carlo Hauner (4BB), prodotto che identifica sempre con grande qualità un meraviglioso territorio, come quello di Salina – Isole Eolie. Terza ancora l’azienda Planeta con il suo Moscato di Noto, che ottiene le 3B.

 

79704380_3083315128362626_7386401063928070144_o.jpg

 

Emozionante la consegna dei Blues & Wine Awards di “Personaggio del Vino dell’Anno” , opere d’arte del Maestro Renzo Meschis, alle giovani Imprenditrici Flora Mondello della Gaglio Vignaioli, Federica Fina della Cantine Fina, e a Elisa Dilavanzo di Cantine Maeli. Per tutte e 3 queste giovani e belle ragazze, la motivazione del premio ha nuovamente sottolineato il loro coraggio e i loro risultati ottenuti negli ultimi due anni in campo enologico, nonché per quanto investito negli Eventi Culturali con la speciale Targa “Arte e Marketing” attribuita alle rappresentanti della cantine  Fina e Gaglio.
 
Diversa invece la motivazione per la importante Targa “La Cultura del Vino… il Vino per la Cultura” dedicata a Luigi Veronelli, grande amico di Joe Castellano e creatore dell’Enogastronomia italiana, che è stata assegnata ad uno dei grandi personaggi del Prosecco, quale il veneto Gianluca Bisol, titolare dell’omonima azienda che oggi fa parte del Gruppo Lunelli – Ferrari Spumanti, con la seguente motivazione : “Per avere elevato la cultura del Vino italiano in tutto il mondo con rara qualità dialettica, contribuendo in maniera importante alla leadership mondiale italiana nel mondo delle bollicine”.

 

80369673_10215982073768220_8184736549682806784_o.jpg

 

Da ricordare la sempre partecipatissima Cena degli Awards, dove Chef Peppe Carollo nel suo Ristorante “Nangalarruni” di Castelbuono, ha ancora celebrato nella loro massima espressione i funghi delle Madonie, assai apprezzati anche i formaggi dei Monti Sicani dell’Azienda Passalacqua – Tuma persa e Fior di Garofalo – e gli splendidi cannoli di Piana degli Albanesi della Pasticceria Cuccia. Ringraziamenti e plausi dagli organizztorie del Festival per i giurati ed amici della Scuola Europea Sommelier di Messina, Claudio Ferrara e Francesca D’Angelo; l’Associazione Italiana Celiachia e Rivista Web Cook Magazine , Antonio Aserio; la Federazione Siciliana Strade del Vino e il suo presidente Gori Sparacino; i rinomati ristoranti e patron Peppe Carollo e Marco Caico; l’hotelleria di lusso, Maurizio Corvaia, titolare Hotel Metropole di Taormina; Mimmo Callari del mondo dell'arte. Ultima nota per gli Awards per la Musica che per questo 2019 ha visto il presidente e creatore del Festival – Joe Castellano – premiato con un “Grammy” per il Blues italiano ed europeo, per quanto da lui fatto nella Musica e con il Blues & Wine Soul Festival in questi primi 18 anni. La grande “Joe Castellano Super Blues & Soul Band”, rappresenta ancora oggi un’eccellenza di questo genere musicale nel mondo ed è ancora da diversi anni considerata l’ultima grande Soul/R&b Band originale, che ha la sua sede nel Vecchio Continente.

Testi a cura di Mattia Mionetto