Sicilia

Dove la terra è di sabbia

di Angela Merolla
Ago. 13, 2017

Vini Paolo Calì

Preferisco, quando è possibile, degustare un vino dopo aver conosciuto il luogo e le persone che lo hanno generato. Si, perché i vini sono diletti figli di territori, di uomini, di filosofie e sogni; ogni vino sarà sempre una scoperta e la sua personalità ne racconterà la storia. Vittoria, cittadina in provincia di Ragusa, sorta sulla fertile piana che guarda il Canale di Sicilia, anticamente detta "Plaga Mesopotamica Sicula", poiché si estende tra da due fiumi: l'Ippari e il Dirillo.

 

19059220_1596594163684433_809624811892928021_n.jpg

 

L’economia locale ruota intorno alle produzioni ortofrutticole, di olio e di vini; terra questa dell’unica Docg di Sicilia, ossia il Cerasuolo di Vittoria, unione di due uve locali, il Nero d’Avola e il Frappato. L’azienda vitivinicola Paolo Calì, porta il nome del suo fondatore, che nel 2001 avviò l’attuale e moderna azienda vitivinicola, rispolverando la propensione della centenaria tenuta di famiglia.

Il cortile conserva canoni estetici che portano indietro nel tempo; gli antichi fabbricati ristrutturati preservano particolari architettonici d’epoca, un antico palmento, vasche interrate per la fermentazione delle uve e attrezzi agricoli a ricordare la viticoltura siciliana che fu. I lastroni di pietra bianca, assorbono nel candore gli ardenti raggi del sole e si insinuano tra il verde degli alberi da frutto ed i cespugli in fiore, che accompagnano al vigneto Calì. Piante d’ulivo, di agrumi e corpulenti Fichi d’India, incorniciano la vigna, tra i silenti profumi che segnano il territorio.

 

20228593_1596594003684449_8004266560047041367_n.jpg

 

Filari di uve autoctone Frappato e Nero d'Avola, affondano le radici in terreni originati da dune marine preistoriche, tanto simili a sabbia, che sembra di passeggiare non in campagna ma in riva al mare. In questi suoli sabbiosi, che mantengono le piante in stress idrico e spesso richiedono irrigazione di soccorso, vive il Brachiudreps Megacefalus, un insetto probabilmente arrivato in tempi sconosciuti dal Nord Africa, che munito di una testa molto grande, forti mascelle e grossi denti, scava profondi fori tra i filari, senza compromettere la stabilità delle piante ma a dimostrare quanto sia insolito questo suolo, che dona unicità e grande eleganza ai vini.

 

20258268_1597713860239130_6790446657825414542_n.jpg

 

Manene di Paolo Calì, Cerasuolo di Vittoria Classico D.O.C.G da Nero d'Avola 60% - Frappato 40% la citazione che lo accompagna, lo presenta perfettamente. Paolo Calì: "Figlio di audacia e di perizia, Manene racconta emozioni, sentimenti e ricordi; così te lo ritrovi nel bicchiere, intenso come il profumo della terra che ti avvolge in una carezza. Manene è il nostro primo vino e guarda al futuro, un vino soave ed immenso che dedico a te, mio piccolo Emanuele."

vinicali.weebly.com