Toscana

Volterra La Mitica Città Degli Etruschi

di Giuseppe Casagrande
Maggio 21, 2015

Volterra la mitica città degli Etruschi ,A due passi da Piazza dei Priori, l'enoteca Del Duca, sotto l'Acropoli

L'enoteca Del Duca, piatti schietti e genuini e buoni vini

Benvenuti a Volterra, la mitica città degli Etruschi, unica al mondo con i suoi tesori. L’emozione che si prova passeggiando per le viuzze del centro storico è quella della prima volta. Stupore per le innumerevoli testimonianze di un passato glorioso. Stupore per il paesaggio (Volterra domina la valle del Cecina dall’alto dei suoi 550 metri). Stupore per un artigianato artistico che tutti ci invidiano: la lavorazione dell’alabastro. Ed ancora: stupore per la qualità della vita che trova la sua massima espressione a tavola grazie ad una cucina schietta e genuina come ama sottolineare Genuino (questo il nome di battesimo) Del Duca, patron dell’omonimo Ristorante Enoteca «Del Duca». Il locale, diventato in breve tempo (anno di nascita il 2001) uno dei santuari dell’enogastronomia toscana, sorge nel cuore di Volterra, a un tiro di schioppo dalla splendida Piazza dei Priori, a ridosso di un palazzo storico del 1.200 (Palazzo Inghirami) e di un’antica cava di pietra pregiata. Nell’Enoteca che un tempo ospitava le carrozze si possono degustare oltre 600 etichette conservate in una grotta di pietra volterrana, grotta nella quale (entrando) ci si inchina per rendere omaggio ai salumi, ai prosciutti e ai formaggi appesi alle pareti.

L'enoteca Del Duca, piatti schietti e genuini e buoni vini

Il tempio dell'enogastronomia volterrana è in pieno centro storico

Di grande impatto anche la sala da pranzo, un tempo adibita a stalla per i cavalli, ed oggi elegantemente arredata con pavimento in cotto, luci soffuse, pietre a vista. Con la bella stagione si può pranzare e cenare sul retro del ristorante, sotto l’Acropoli etrusca, nel cortile interno del locale, in un’atmosfera di straordinaria suggestione. Nei giorni scorsi, in occasione di un tour nelle  Terre degli Etruschi promosso da Marinella Argentieri, nume tutelare dei Ristoranti Tipici Regionali, la padrona di casa, Ivana Del Duca, ci ha proposto alcuni piatti della tradizione volterrana abbinati
ai vini «Marcampo» prodotti nel podere di famiglia con annesso Agriturismo dove, appena fuori le mura di  Volterra, Genuino Del Duca ha messo a dimora un vigneto (Merlot e Sangiovese) che gli sta regalando grandi soddisfazioni.

Il tempio dell'enogastronomia volterrana è in pieno centro storico

A due passi da Piazza dei Priori, sotto l'Acropoli

Veniamo al ghiotto menu propostoci. Dopo il tradizionale saluto della cucina con una serie di antipastini ben assortiti giusto per spezzare i morsi dell’attesa, ecco arrivare un’antica minestra di fave (una bontà) e poco dopo delle tagliatelle all’uovo con ragù bianco d’anatra da standing ovation. Breve pausa e poi via ai secondi. Da leccarsi i baffi (e le mani) il capretto al forno con spinaci all’aglio rosso e una autentica ghiottoneria il cinghiale maremmano alla volterrana con purè di patate. Dulcis in fundo, chiusura in gloria con una peccaminosa terrina ai tre cioccolati con caramello d’arancio. Piatto abbinato ad un dolcissimo (ma non stucchevole)
vino da dessert: l’Oro Etrusco. Quanto mai apprezzati anche i tre rossi di casa «Marcampo»: il Genuino 2013 (80% Sauvignon, 20% Merlot), il Marcampo 2011 (50% Sangiovese, 50% Merlot) e il Giusto alle Balze (100% Merlot). Prosit.
 
 
Nella foto  :Angelo Valentini e Marinella Argentieri con Ivana e Genuino Del Duca
(foto di Giovanbattista Latorella)

A due passi da Piazza dei Priori, sotto l'Acropoli