Un grande mare chiuso in una Piccola Bottiglieria

di Vinoecibo
Feb. 11, 2020

La Piccola Bottiglieria Wine & Food Gourmet, a Concadirame, a pochi minuti d'auto dal centro di Rovigo è un ristorantino da conoscere

11401189_1136698496355763_8345383626727741843_n.jpg

 

La Piccola Bottiglieria Wine & Food Gourmet, a Concadirame, qualche minuto in auto dal capoluogo del Polesine è una piccola grande sorpresa in un territorio dalla connotazione decisamente agricola. Vero che si presenta come un ristorantino di tradizione , accogliente e caratterizzato da un arredamento rusticamente sobrio ma dopo aver curiosato in cucina, affiora l'originalità di un menù tutt'altro che contadino, data la predominante componente ittica degli ingredienti usati. Merito delle due figure che animano la Piccola Bottiglieria che hanno trovato un riuscito punto d'incontro non sempre facile da far durare nel tempo quando si debbano conciliare le esigenze del patron, Mattia Astolfi, con quelle dello chef ai fornelli, Vito Brescia. In questo caso vien da scrivere unione perfetta tra Mattia, sagace imprenditore della ristorazione e buon conoscitore di vini, distillati e birre, con chef Vito, scuola alberghiera a Fasano, una proficua esperienza a Bologna al ristorante La Bulli, ma ormai polesano ad honorem per aver lavorato anche in ristoranti tra Adige e Po.

 

mattia astolfi.jpg

 

Il menù alla carta, vario e mai ripetitivo come spiega patron Mattia, presenta magnetici piatti a base di pesce, preparati secondo la scuola della gastronomia ittica polesana che ha sempre avuto un occhio di gran riguardo per pesce, molluschi e crostacei delle vicine valli da pesca e dell'altrettanto prossimo mar Adriatico. " Sono ricette - sottolinea Mattia Astolfi ( nella foto sopra) - sempre abbinate ad altre basi e preparazioni rigorosamente fatti in casa come il pane, i dolci, le marmellate. Non ultima poi la grande attenzione nella selezione di formaggi, di produzione artigianale, e delle bevande". Basta dare un occhiata anche alla lista della cantina per capire che anche da questo lato, La Piccola Bottiglieria è ordinatamente allineata alle proposte della cucina e il buon bere è una regola cui, per primo, non si sottrae patron Mattia.

 

11014855_1067676566591290_8859080932281571252_n.jpg

 

A ricordarlo alcune scritte: "C’è più filosofia in una bottiglia di vino che in tutti i libri del mondo”, “Un barile di vino fa più miracoli di una chiesa piena di Santi", “Il Bere trionferà sempre sul male” . Moniti e avvisi che non devono spaventare quanto, piuttosto, fungere da sprone per farsi presentare le oltre 100 etichette della cantina che annoverano i vini delle zone più interessanti dell'enologia italiana ma anche estera vista la nutrita presenza di etichette di Champagne e altre chicche per gran gourmand. " Suggerire i vino ideale per ogni piatto o per tutto il menù è un’arte e nella nostra “piccola bottiglieria” cerchiamo di interpretarla al meglio della nostra conoscenza e della passione che ci spinge a cercare produttori sempre nuovi e, soprattutto, di gran qualità – spiega Mattia- Così come succede per la cucina, dove cerchiamo sempre di riservare la massima attenzione alla qualità e alle autentiche espressioni della cultura e della tradizione gastronomica veneta ed italiana ".

 

folpo.jpg

 

Altra piacevole sorpresa di questo piccolo ma grande ristorantino l'ottima offerta dei più blasonati distillati e rum (Guatemala, Barbados, Panama, San Salvador, fra i più richiesti).

Per il palato però la vera sorpresa è il pesce fresco che trasforma la Piccola Bottiglieria in una sorte di grande mare dove virtualmente lo chef Vito sembra quasi pescare pur se in realtà il suo vero impegno lo profonde  scegliendo ogni giorno il meglio che gli offre il mercato per adattarlo alla sua vena ispiratrice di interprete sopraffino di decine e decine di ricette ben rivisitate o lasciate così come la storia e la tradizione le ha consegnate alla sua professionalità di chef di lungo corso. Ferma però la sua creatività che non delude. Semmai, al contrario, stimola a percorrere le nuove rotte del gusto tracciate dai suoi piatti

74526860_3664884863537101_678981862177112064_n.jpg

 

"La mia - spiega Vito - è una cucina che si nutre di olio e olive pugliesi per un mix che chiama a raccolta tutti gli altri ingredienti come l'aglio, gli ortaggi e il riso, Igp e Dop di questa grande terra polesana che ben ci compara alla mia Puglia". Fra i suggerimenti il morbido e tenero quanto saporito polipo bollito, le linguine all'astice o il risotto con il Carnaroli del Delta del Po ai frutti di mare. Perfetto il connubio di sapori nel rombo al forno con olive, pomodorini e patate. Pulita e croccante la frittura di pescato del giorno appena panato con un delicato velo di sola farina, immerso in olio bollente che viene pure rinnovato di fritto in fritto ogni giorno.

 

10463746_1099095543449392_4078810095021046949_o.jpg

 

Soddisfazione agli occhi e al palato la riserva pure la grigliata di scampi, gamberoni, cappesante, sogliole mentre per gli amanti del crudo i crostacei freschissimi non lasciano delusi. Altro capitolo che merita attenzione la carta dei dessert. Tutti fatti in casa: panna cotta, zuppa inglese, la golosa mousse di ricotta e fragole (dischi di pan di Spagna, ricotta, uva passa ricoperta di glassa). Il personale di sala è attento, preparato, discreto. La Piccola Bottiglieria è disponibile per eventi e cerimonie con menù a scelta. Il ristorante osserva il giorno di chiusura il martedì, telefono 0425/401037.