Lombardia

Salutare Si, Goloso Si È Lo Spritz Trendy

di Marco Meneghetti
Feb. 3, 2016

Salutare si, goloso si è lo spritz Trendy

Le scorte dello spritz sono finite presto

Giovani, molti giovani hanno scelto in primo contatto con Trendy, il primo spritz innovativo proposto dal ristorante Amatì di Milano. Qualche ora dopo, la crisi: il locale era senza scorte ed ha dovuto negare la bibita ai clienti. Nessuna delusione avevano fatto una buona scorta in precedenza. E' finita così la prima del nuovo spritz Trendy, con tanti milanesi che non hanno resistito alla tentazione, di gustare l’aperitivo e la cena in stile street food del ristorante laboratorio che coniuga benessere e alta cucina, secondo la formula del progetto Amati Eat, Learn, Live.
Un’occasione che d’ora in poi potrà ripetersi ogni giorno. Il ristorante Papillarium infatti, conosciuto per i suoi menù studiati scientificamente per le esigenze salutari di ciascuno: Detox per disintossicare l'organismo, Energy per fare un pieno di energia, Brain per migliorare la concentrazione, Drain per sgonfiarsi e Slim per restare in forma, rimarrà nelle ore serali. Un’offerta speciale sarà aperta per la fascia aperitivo dalle 18 alle 20: drink e cibo di strada a soli 10 euro.
Le scorte dello spritz sono finite presto

I menù sono alternativi e vegani. Non manca il cibo da strada

Una vera opportunità per golosi e salutisti di assaggiare lo speciale Spritzàmati versione personalizzata del popolare spritz veneziano preparata secondo la ricetta IBA, con un bitter creato su misura senza coloranti e ingredienti naturali. Mentre per cibi di strada, si potranno gustare sera dopo sera, preparazioni sorprendenti come il Pastràmati di carne di Fassona piemontese; il Chicken burger con pollo ruspante fritto in olio extravergine di oliva con un'impanatura a base di monococco. Non mancherà la pagnotta scavata con ripieno a scelta di trippa o caponata, proposta vegana, le polpette in umido e tanti altri assaggi speciali dai costi contenuti.
Info: www.amatinutrition.com 
I menù sono alternativi e vegani. Non manca il cibo da strada