Trentino-Alto-Adige

Le Tre Chiavi Dell'Enogastronomia Trentina

di Orfeo Meneghetti
Feb. 13, 2014

Le tre chiavi dell'enogastronomia trentina

Il locale di Rovereto propone tipicità e qualità

La Locanda delle tre Chiavi di Rovereto (Tn), deve il nome alla presenza di un antico forziere. E' ricavata in un palazzo del centro, già sede di una storica cantina. Ci si trova dunque in un ambiente raffinato ma informale, che preserva ancora il fascino dell´antica struttura che l'accoglie. All´entrata c'è la corte ciottolata, dove d´estate si può mangiare. Le sale interne sono arredate in stile. Inutile dire che la cantina, con le sue volte a botte e le ripide scale, è la parte più bella e affascinante. Ai fornelli ci sono Anna Rita e Emanuele. In sala il titolare Sergio Valentini e Michele: insieme hanno deciso di improntare lo stile della locanda sul valore delle genuinità rurali alternando tradizione ed innovazione e la specificità del vino più famoso della zona, il  Marzemino. Per cominciare potete farvi servire von uno sformatino di casolét o salmerino marinato delle Valli Giudicarie. I primi, bigoi al ragù d’agnello, casonzei di segale ripieni di verdure, zuppa del priore, canederlotti con erbette. A seguire lo stufato di grigio alpina al caffè di Anterivo, puntine di maiale al forno con polenta e crauti bio, carne salada e fasoi, lo squisito baccalà dei "frati di Rovereto".  Ottanta i coperti, il giorno di riposo è la domenica sera ed il lunedi. Prezzo 30-40 euro