Trentino-Alto-Adige

L'Autunno Nel Piatto Nel Cuore Delle Dolomiti

di Orfeo Meneghetti
Set. 24, 2013

Un appuntamento in Val D'Ega per i buongustai della cacciagione

L'autunno nel piatto nel cuore delle Dolomiti

Nel cuore delle Dolomiti, quando il sole si specchia sul lago di Carezza e sembra quasi non volersi staccare da uno scenario straordinario come quello che va dallo Sciliar al Catinaccio, è giunto il tempo dell’enogastronomia tipica. I palati che hanno affinato nel tempo il gusto per la selvaggina, possono ritrovare i gusti di piatti forti e decisi. L’occasione è offerta dalle settimane culinarie “Natura e Bosco”, iniziativa che mette l’accento sui mille modi in cui l’autunno- Profumi, frutti maturi, erbe e funghi si armonizzano con i piatti tradizionali a base di carne di selvaggina quei gusti che rimandano a ricordi e forti sensazioni. I ristoranti della zona che aderiscono vanno da Adler a Deutschnofen passando per il Mondschein a Ega, fino all’Hennenstall. I menù propongono: pappardelle ai finferli, filetto di cervo, canederli, zuppe ai porcini, stufati di cinghiale e piatti guarniti da salse ai frutti di bosco. I piatti di carne chiamano il vino rosso, e sarà un piacere gustare etichette come il Santa Maddalena Antheos 2012 della tenuta Waldgries di Bolzano, o il Lagrein, il Pinot nero e il Cabernet Sauvignon. Per accompagnare strudel o frittelle ai frutti rossi, il Moscato giallo Serenade 2010 della Cantina di Caldaro, o il Moscato rosa 2011 di Franz Haas.Info. 0471 619500, info@valdega.com