Campania

Donnanna

di Angela Merolla
Nov. 26, 2014

Donnanna,Il ristorante sul golfo di Napoli ,Fabio Ometo

Atmosfere eleganti per seducenti pietanze

E' il fascino di storie e leggende antiche a riecheggiare da Palazzo Donn’Anna sul Golfo di Napoli, ai suoi piedi si allunga la spiaggia di Posillipo e come una conchiglia portata dalle onde, ecco comparire la raffinata sala del ristorante Donnanna in Villa Caracciolo. Un’elegante atmosfera dai toni caldi e gli affreschi che richiamano il Chiostro di Santa Chiara, le vetrate che danno alla terrazza sul mare: brezza e profumi salmastri, pietanze seducenti in uno scenario irreplicabile.

Atmosfere eleganti per seducenti pietanze

Ai fuochi Fabio Ometo

E’ lui Fabio Ometo, lo chef che da oltre tre anni dirige la cucina del Donnanna, la sapienza di chi nato a Napoli sa come portare a tavola sapori veraci e sinceri, semplici e passionali nella loro immediatezza partenopea. Ogni piatto prima di entrare in carta al Donnanna, deve prima piacere a lui, convincerlo nel modo più assoluto, un atteggiamento questo di grande professionalità, di oculatezza che non lascia nulla al caso; ciò che prepara in cucina ispirato dallo sciabordio delle onde, viene rigorosamente assaggiato senza la presunzione di non commettere errori. Una cucina che conserva con eleganza le radici storiche napoletane e si arricchisce di energia creativa, ingredienti selezionati e qualitativamente ricercati che regalano al palato un’indelebile emozione gustativa.

Ai fuochi Fabio Ometo

Un omaggio al piacere dei sensi

Le sue portate sono un omaggio ai sensi, un connubio di colori, sapori e consistenze tutte in armonia tra loro, il risultato di una buona collaborazione con la sua brigata di cucina, mentre in sala il maitre e barman Giuseppe Falcone, con garbo ed eleganza provvede alla migliore accoglienza dei clienti. Se posso passarvi un consiglio, quando andrete al Donnanna, ordinate servire la famosa “minestra di pasta e patate” firmata Fabio Ometo ritoccata con gamberi rossi di Mazara, e scoprirete come un piatto classico della cucina napoletana, può essere un piatto raffinato ed eccelso.

Un omaggio al piacere dei sensi