Emilia-Romagna

Concerto All'Antica Osteria Della Peppina

di Annamaria Farina
Marzo 12, 2016

L'Antica Osteria della Peppina ,Ma la Peppina non c'è ,Ci sono Giuseppe Andrea e Jacopo ,Fra Parma e Piacenza in quel di Alseno

Giuseppe e Andrea in sala, Jacopo in cucina

Tre nomi: Giuseppe, Andrea, Jacopo
Due in sala ad orchestrare, uno in cucina, Jacopo, a comporre la sua sinfonia
Musica per il palato: si può dire??... E io lo dico!! L' Antica Osteria della Peppina, ad Alseno, piccolo centro fra Parma e Piacenza, è un ristorante con questo nome fuorviante: non trovo traccia d'antico, non trovo piatti da osteria, chiedo dov'è la Peppina ... E la Peppina non c'è.
Deludente??? Neanche un po'

Giuseppe e Andrea in sala, Jacopo in cucina

Fra Parma e Piacenza in quel di Alseno

La storia volendo ben guardare c'è, perché in questi spazi la ristorazione iniziò ben 100 anni fa, così come ci fu una tal Peppina che in cucina avrà sicuramente cucinato piatti del territorio, ma quella di oggi è una storia recente, che risale a poco più di due anni fa quando Giuseppe ha intrapreso questo nuovo progetto coinvolgendo in sala Andrea Forti ed in cucina lo chef Jacopo Malpeli, entrambi con precedenti esperienze sul territorio in ristoranti degni di nota.

Fra Parma e Piacenza in quel di Alseno

Niente divisioni quando comanda il buon gusto

Varcata la soglia anche l' ambiente non rispecchia l'architettura esterna, meglio mi viene da dire, quella facciata rosa ed anonima non lascia trapelare nulla di ciò che puoi trovare all'interno: uno spazio pulito, essenziale e contemporaneo. Trovo le attenzioni di Giuseppe e i consigli di Andrea che con le sue proposte di abbinamento vini (una carta con circa 150 etichette che spaziano fra prodotti nazionali ed esteri, oltre a birre e cocktail preparati in accordo ai piatti) ti fa viaggiare oltre il territorio piacentino ed emiliano, o forse dovrei dire romagnolo??? Questa cosa non l'ho mai capita, o forse apposta non la voglio capire perché le divisioni non mi sono mai piaciute!!!
E mentre in sala ci si ambienta e ci si guarda intorno, dalla cucina iniziano ad uscire piatti che sorprendo per l'armonia dei colori, per l'equilibrio nell'impiattamento e per la curiosità dei contrasti ed abbinamenti.

Niente divisioni quando comanda il buon gusto

Freak show

Un menù degustazione, anch'esso colorato, chiamato "Il nostro freak show" dove il "Circo delle pulci" apre con dei piccoli snack di benvenuto un percorso che si presenterà curioso e variopinto.
Diversi piatti interessanti, come il più semplice "Fish & Chips" sarde leggermente affumicate in crosta di patate con maionese al pompelmo rosa, o l'elegantissima "Pina colada di sgombro" con lo sgombro marinato, cipolline borretane affumicate al latte di cocco concentrato e gel d'ananas acidulato, qui forse la nota dolce è prevaricante, ma il piatto è di una tal bellezza che gli si perdona questa vanità.

Freak show

Complessità godibilissime

Più complesso e decisamente prepotente le "Cozze nel campo" ragù di cozze in un guscio di sfoglia al nero su crema di broccoli piccanti e bottarga di muggine, dove mare e nota piccante non si fanno desiderare!
Intrigante la proposta dell' "Agnello in crosta di pane ... Senza pane!" Scamone d'agnello cotto a bassa temperatura, salsa ai frutti rossi e lievito di birra essiccato: eccolo dov'è il pane, o in ogni caso la sua essenza e memoria!

Complessità godibilissime

Proprio una storia interessante

Come dicevo Jacopo compone la sua melodia con questa sequenza di piatti uno dietro l'altro ... E come capita anche nelle grandi orchestre ogni tanto uno strumento "non va a tempo", ma si tratta solo di coordinare ogni componente, con allenamento, impegno e passione, elementi che non sembrano certo scarseggiare
Buon lavoro ai nostri concertisti ... E buoni assaggi ai viaggiatori, per chi si trova a passare sarà una sosta decisamente interessante.

www.anticaosteriadellapeppina.it

Proprio una storia interessante