Friuli-Venezia-Giulia

A Trieste la Barcolana promuove EATALY

di Leonardo Felician
Aprile 6, 2017

Il locale di Farinetti in Friuli in stile vento e mare

Dieci anni di successi: nel gennaio 2007 prendeva timidamente il via Eataly, la creatura di Oscar Farinetti diventata punta dell’eccellenza alimentare italiana in 34 città del mondo. Con un concept nuovo, gioioso, riconoscibile, ma mai uguale, capace di adattarsi alle eccellenze e alle tradizioni alimentari del territorio e non solo con i suoi grandi numeri: più di 4.000 prodotti a scaffale, 5 luoghi di ristoro, la caffetteria illy e l’Enoteca con le sue oltre 1000 etichette, formano un negozio arioso, colorato, vivace su 3000 metri quadrati, in una posizione ineguagliabile proprio sul mare che sembra entrare dalle ampie vetrate: da qui la promozione congiunta con la Barcolana, la regata di Trieste nota in tutto il Mediterraneo.

 

V12.jpg

 

Al piano di sopra, accessibile con una scala mobile centrale o con l’ascensore, si trovano rosticceria, macelleria, zona formaggi e latticini, ma anche pasta, sughi e l’Osteria del Vento, dove mangiare una pizza o un piatto di gnocchi. Al piano terra c’è il wine bar Pane&Vino, ideale per un aperitivo, e il Gran Bar illy con un’ampia scelta di caffetteria e altre eccellenze del gruppo come il gelato Agrimontana e il cioccolato Domori noto per il cuo cacao criollo. Al piano inferiore trova posto l’Enoteca che offre un’articolata proposta di vini, birre e grappe.

 

V1.jpg

 

La Barcaccia è l’angolo del pesce. Conformemente alla filosofia di Eataly è una pescheria dove si può trovare pesce freschissimo, ma si può anche mangiare qualcosa di preparato in cucina seduti su alte panche, accompagnato da un calice di vino. I piatti spaziano su tutta la tradizione italiana: si trova l’orata marinata agli agrumi e pepe rosa, le seppie insalata con peperoni e zenzero e degli eccezionali gamberoni crudi al limone e sale rosso. Eataly a Trieste, diretto da Antonio De Paolo, è aperto dalla domenica al giovedì dalle ore 9 alle ore 22.30, mentre nelle giornate di venerdì e sabato l’orario si allunga dalle 9 alle 24.

 

V0.jpg

 

 

V10.jpg