Càneva Montagnana, laboratorio creativo dei sapori

di Vino e Cibo
Set. 11, 2020

Prender il via un nuovo progetto per la promozione delle eccellenze enogastronomiche delle provincie di Padova, Verona e Vicenza

A new project to promote the food and wine excellences of the provinces of Padua, Verona and Vicenza will be launched

104957588_283886539625281_2293000503876148036_n.jpg

 

English text follows 

Un Progetto "autentico" di Promozione e Valorizzazione dei territori che puo definirsi anche la “Casa delle eccellenze”, perché destinato ad ospitare tutte quelle produzioni agroalimentari che danno prestigio ad un’area vasta che va dai Colli Euganei al Lago di Garda, passando dai Colli Berici, dai Monti Lessini e dalle Colline Veronesi. Questo è Càneva, ossia il sequel di quel Montagnana Wine Festival, nato un anno fa, con l’intento di trasformare Montagnana in una vetrina dei sapori: vini, certo, la càneva del resto era la cantina di un tempo, ma anche tutte quelle eccellenze nate dalla tradizione alimentare del territorio, riconosciute come espressione della grande biodiversità che caratterizza questa parte del Veneto e oggi vero vanto dell’enogastronomia regionale.

“La città di Montagnana – spiega Alberto Bernardi, ideatore del progetto e presidente dell’Associazione Montagnana 365 - in occasione della scorsa edizione del Wine Festival, ha dimostrato di avere le carte in regola per essere la vetrina di tutte quelle eccellenze prodotte nei territori circostanti. Per bellezza, per storia, per tutte quelle presenze turistiche che ogni anno transitano sotto alle mura, Montagnana può davvero diventare il “salotto buono” in cui servire conoscenza, cultura e sapori. Ma se con il Festival questa “funzione” rimane attiva solo per tre giorni, con Càneva abbiamo pensato ad un’attività da svolgere su 365 giorni l’anno”.

62571049_2368540883389719_532836687873572864_o.jpg

 

Caneva di fatto è diventata un gruppo di professionisti che insieme ad Alberto Bernardi si occuperanno della valorizzazione dei prodotti, a cominciare dal Food, affidato alle abili mani di chef del calibro di Simone e Cammellini, da anni figura di punta tra i fornelli de La Montecchia della famiglia Alajmo, Mida Muzzolon, di Tenuta San Martino a Verona, membro dell’Unione Cuochi del Veneto e dell’Associazione Cuochi Scaligeri, e Arturo Zanarotti dell’Hostaria Zanarotti che oltre al cibo si occuperà anche dei vini.

A fianco della sua Hostaria, che proprio quest’anno ha tagliato il traguardo dei suoi primi vent’anni di attività, è stata creata la vera e propria “càneva”, ossia l’enoteca che funzionerà come una mostra permanente delle referenze di più di 70 cantine e soprattutto come store per lo shopping informato sulle tante declinazioni del buon bere nostrano. Il gruppo si completa con il giornalista Mauro Gambin, direttore del magazine Con i piedi per terra, e con le doti sensoriali di Sissi Baratella, enologa e degustatrice di vini, per il racconto dei luoghi, delle esperienze, dei sapori, delle donne e degli uomini dell’enogastronomia che passeranno da “Caneva”.7

 

“Associazione MONTAGNANA 365 APS” - Mobile: +39 – 3922259630 - ass.montagnana365@gmail.com

social e info :

https://www.facebook.com/MontagnanaWineFestival/-    https://www.facebook.com/montagnana365/

104553650_2681899015387236_1074100610466594812_n.jpg

 

An "authentic" Project for the Promotion and Enhancement of the territories that can also be defined as the "House of Excellence", because it is intended to host all those agri-food productions that give prestige to a vast area that goes from the Euganean Hills to Lake Garda, passing from Colli Berici, the Lessini Mountains and the Veronese Hills. This is Càneva, that is the sequel to that Montagnana Wine Festival, born a year ago, with the intention of transforming Montagnana into a showcase of flavors: wines, of course, the càneva was the cellar of the past, but also all those excellences born from the food tradition of the territory, recognized as an expression of the great biodiversity that characterizes this part of Veneto and today the true pride of regional food and wine.


"The city of Montagnana - explains Alberto Bernardi, creator of the project and preside nt of the Montagnana 365 Association - on the occasion of the last edition of the Wine Festival, proved to have what it takes to be the showcase of all those excellences produced in the surrounding territories . For beauty, for history, for all those tourist presences that pass under the walls every year, Montagnana can really become the "good living room" in which to serve knowledge, culture and flavors. But if with the Festival this "function" remains active only for three days, with Càneva we have thought of an activity to be carried out over 365 days a year ".
Caneva has in fact become a group of professionals who together with Alberto Bernardi will take care of the enhancement of the products, starting with Food, entrusted to the skilled hands of chefs of the caliber of Simone and Cammellini, for years a leading figure in the kitchen of La Montecchia. of the Alajmo family, Mida Muzzolon, of Tenuta San Martino in Verona, member of the Veneto Chefs Union and of the Scaligeri Chefs Association, and Arturo Zanarotti of Hostaria Zanarotti who, in addition to food, will also take care of wines. Next to his Hostaria, which just this year crossed the milestone of its first twenty years of activity, the real "càneva" was created, that is the wine shop that will function as a permanent exhibition of the references of more than 70 wineries and above all as a store for shopping informed on the many variations of good local drinking. The group is completed with the journalist Mauro Gambin, director of the magazine With my feet on the ground, and with the sensory skills of Sissi Baratella, oenologist and wine taster, for the story of places, experiences, flavors, women and men of food and wine who will pass by "Caneva".

71536323_137990927548177_6612072903464714240_o.jpg

 

Caneva di fatto è diventata un gruppo di professionisti che insieme ad Alberto Bernardi si occuperanno della valorizzazione dei prodotti, a cominciare dal Food, affidato alle abili mani di chef del calibro di Simone e Cammellini, da anni figura di punta tra i fornelli de La Montecchia della famiglia Alajmo, Mida Muzzolon, di Tenuta San Martino a Verona, membro dell’Unione Cuochi del Veneto e dell’Associazione Cuochi Scaligeri, e Arturo Zanarotti dell’Hostaria Zanarotti che oltre al cibo si occuperà anche dei vini. A fianco della sua Hostaria, che proprio quest’anno ha tagliato il traguardo dei suoi primi vent’anni di attività, è stata creata la vera e propria “càneva”, ossia l’enoteca che funzionerà come una mostra permanente delle referenze di più di 70 cantine e soprattutto come store per lo shopping informato sulle tante declinazioni del buon bere nostrano. Il gruppo si completa con il giornalista Mauro Gambin, direttore del magazine Con i piedi per terra, e con le doti sensoriali di Sissi Baratella, enologa e degustatrice di vini, per il racconto dei luoghi, delle esperienze, dei sapori, delle donne e degli uomini dell’enogastronomia che passeranno da “Caneva”.