Conto alla rovescia per la 13° edizione del Piccolo Opera Festival del Friuli Venezia Giulia

di Il Vinotomane
Ago. 10, 2020

La magia della lirica in ville, castelli, parchi storici dal 20 agosto al 13 settembre, 13 spettacoli all'aperto in altrettante location. Aperte le prenotazioni on line

The magic of opera in villas, castles, historical parks from 20 August to 13 September, 13 outdoor performances in as many locations. Online reservations are open

 

1 PiccoloFestivalFVG_Castello di Spessa.jpg

 

English test follows 


Un alibi imperdibile per gourmet appassionati della lirica o semplici amanti del bien vivre, lo offre il Friuli, terra di grandi vini, cibi e luoghi magici, grazie all'apertura delle prenotazioni on line per poter assistere agli spettacoli del Piccolo Opera Festival del Friuli Venezia Giulia, che dal 20 agosto al 13 settembre porterà la musica lirica in castelli, antiche dimore, giardini storici, in una sinfonia di suoni e voci che condurrà alla scoperta di angoli incantati e segreti, ricchi di storia ed arte, del Friuli Venezia Giulia. Le prenotazioni degli spettacoli (di cui alcuni sono gratuiti), si possono fare dal sito www.piccolofestival.org. Le rappresentazioni si terranno tutte all'aperto e avranno come corollario visite guidate, aperitivi, introduzioni all'ascolto e cene prima e dopo gli appuntamenti musicali. Per un'esperienza che permetterà di conoscere non solo la storia e le architetture, ma anche sapori e vini di questa straordinaria regione di confine protesa verso la Mitteleuropa.

2 PiccoloFestivalFVG_Castello di Spessa.jpg

 

Giunto alla 13° edizione, il Piccolo Opera Festival del Friuli Venezia Giulia - sotto la direzione artistica di Gabriele Ribis , nella foto sotto - entra nella maturità della sua originale proposta culturale e turistica. Proprio grazie alla forte identità costruita negli anni riesce a confermare buona parte del suo programma, nonostante le stringenti misure per lo spettacolo dal vivo rese necessarie dall'emergenza sanitaria. Lo spirito del Festival è, da sempre, non adattare il luogo allo spettacolo ma lo spettacolo, in particolare l'opera lirica, al luogo. Un castello o una villa diventano quindi un palcoscenico costruito su misura, dove anche il pubblico stesso diventa parte integrante della messa in scena. Esemplare la produzione de L'elisir d'amore nella passata edizione, ambientato in un'osteria di campagna letteralmente circondata dai vigneti del Castello di Spessa, cuore pulsante del festival e sede dell'associazione, dove addirittura anche l'orchestra faceva parte della scena. 13 è il numero magico del Festival: il programma sarà infatti ricco di ben 13 appuntamenti (2 spettacoli di opera da camera, 4 visite musicali, 4 recital, 3 concerti evento) come 13° è la sua edizione.

Gabriele Ribis.jpg

 

L'opera da camera al Castello di Spessa

Anche quest'anno il Festival riproporrà l'atteso e ormai tradizionale spettacolo d'opera da camera al Castello di Spessa, che ospitò il noto librettista di Mozart Lorenzo da Ponte e Giacomo Casanova, e d'estate diventa la casa dell'opera lirica in Friuli Venezia Giulia. L'appuntamento è il 30 agosto e 1 settembre. Per quest'anno il direttore artistico Gabriele Ribis ha pensato di proporre uno spettacolo assolutamente originale proponendo nella medesima serata due mini opere (Il telefono di Giancarlo Menotti e Il segreto di Susanna di Ermanno Wolf Ferrari), che sono una sorta di racconto di due coppie durante la quarantena. La direzione musicale sarà affidata all'emergente Alessandro Cadario, direttore principale dell'Orchestra dei Pomeriggi Musicali di Milano, e la regia alla giovane regista locale (di San Floriano del Collio) Jasmin Kovic. A fare da corollario sarà una cena con degustazione di vini del Collio.

"La verde musica" e "Castelli in aria"

Inconsueta e stimolante l'offerta dei concerti della sezione "La verde musica", vere e proprie visite musicali a giardini storici della regione, con un programma tutto barocco con i giovani solisti dell'Accademia per l'Opera di Verona-Polo Nazionale Artistico preparati dal mezzosoprano Sonia Prina. Quattro gli appuntamenti: Castello di Cordovado (24 agosto), Palazzo Lantieri a Gorizia (31 agosto), Castello Formentini a S. Floriano del Collio (3 settembre), Villa Manin di Passariano (13 settembre). Le visite saranno condotte dai curatori del Servizio catalogazione, promozione, valorizzazione e sviluppo del territorio, con sede proprio a Villa Manin.

"Castelli in aria" è intitolata invece la sezione di recital solistici, che avrà come protagonisti nomi di prestigio del panorama lirico, quali Massimo Giordano e Giorgio Caoduro, assieme a giovani talenti locali come i soprani Giulia Della Peruta e Francesca Paola Geretto nonché il fisarmonicista Igor Zobin. Le sedi saranno Villa Ottelio Savorgnan ad Ariis (il 20 agosto), Villa Gorgo a San Vito al Torre (29 agosto), Vila Vipolze a Dobrovo in Slovenia (11 settembre) e Villa Partistagno a Faedis (6 settembre). Con l'appuntamento a Vila Vipolze il Festival da quest'anno diventerà transfrontaliero, per far scoprire ai suoi spettatori il meraviglioso territorio delle colline tappezzate di vigneti del Brda/Collio, che ha avanzato la sua candidatura all'UNESCO.

Cormòns.jpg

Tre concerti evento

Il Festival si chiuderà con tre concerti evento. Il primo in una location simbolo della Regione come Piazza Capitolo ad Aquileia (21 agosto), dove si terrà uno spettacolare e coinvolgente concerto di musica sacra con il Requiem di Franz Listz che, in ricordo delle vittime della pandemia, avrà un significato particolarmente pregnante, e un omaggio al bicentenario della nascita del compositore regionale Jacopo Tomadini, di cui sarà eseguito Anima Christi. La direzione musicale sarà di Igor Zobin, il coro del Piccolo Opera Festival sarà preparato da Elia Macrì. Le voci soliste saranno quelle di Andrea Galli, Alessandro Cortello, Giorgio Caoduro, Massimiliano Svab.

Da Aquileia a Gradisca d'Isonzo, dove il 5 settembre si terrà lo spettacolo di danza presentato dalla famosa compagnia francese Eugénie Andrin di Antibes, con il noto pianista Giovanni Bellucci e la danzatrice Eugénie Andrin, uniti dalla video arte di Gabriel Grinda. Lo spettacolo è realizzato in collaborazione con il Festival Contaminazioni digitali.

Il programma si concluderà il 12 settembre nella Piazza di Cormòns, che si trasformerà in un animato caffè chantant all'aperto, dove sulle note del compositore più gourmet di sempre, Gioacchino Rossini, si gusterà un calice dell'aperitivo a lui dedicato, ma interpretato in chiave del Collio, ovvero con una spumeggiante Ribolla Gialla. Ospite d'eccezione sarà il celebre tenore rossiniano Antonino Siragusa assieme al mezzosoprano Sofia Koberidze e al baritono triestino Niccolò Ceriani.

Appuntamento al 2021

Il Piccolo Opera Festival, che ha tradizionalmente un affezionato pubblico da Austria e Germania, si rivolgerà quest'anno in particolare al pubblico locale e nazionale e, nonostante le difficoltà determinate dalle problematiche del post pandemia, non ha voluto far mancare la sua musica, resa possibile dal fondamentale sostegno della Regione Friuli Venezia Giulia (Assessorato alla Cultura e Sport e Assessorato alle Attività produttive), dalla Camera di Commercio della Venezia Giulia, dalla Fondazione Friuli. Da ricordare anche il supporto delle amministrazioni comunali di Aquileia, Cormons, Rivignano-Teor e Faedis. L'anno prossimo il Festival si riproporrà con la 14° edizione nelle sue date abituali, ovvero fra fine giugno e inizio luglio.

20024083_10155362882032347_7431135903051057734_o.jpg

 

An unmissable alibi for gourmets passionate about opera or simple lovers of the bien vivre, offers Friuli, land of great wines, foods and magical places, thanks to the opening of online reservations to be able to attend the shows of the Piccolo Opera Festival of Friuli Venezia Giulia, who from 20 August to 13 September will bring opera music to castles, ancient residences, historic gardens, in a symphony of sounds and voices that will lead to the discovery of enchanted and secret corners, rich in history and art, of Friuli Venezia Giulia. Bookings for shows (some of which are free) can be made from the website www.piccolofestival.org. The performances will all be held outdoors and will have as a corollary guided tours, aperitifs, introductions to listening and dinners before and after the musical events. For an experience that will allow you to know not only the history and architecture, but also the flavors and wines of this extraordinary border region stretching towards Central Europe.

Villa Ottelio-Savorgnan.jpg

 

Now in its 13th edition, the Piccolo Opera Festival of Friuli Venezia Giulia - under the artistic direction of Gabriele Ribis, in the photo - enters the maturity of its original cultural and tourist proposal. Thanks to the strong identity built over the years, he manages to confirm a large part of his program, despite the stringent measures for the live show made necessary by the health emergency. The spirit of the Festival has always been not to adapt the place to the show but the show, in particular the opera, to the place. A castle or a villa thus becomes a custom-built stage, where the audience itself becomes an integral part of the staging. The production of L'elisir d'amore in the past edition is exemplary, set in a country inn literally surrounded by the vineyards of Castello di Spessa, the beating heart of the festival and headquarters of the association, where even the orchestra was also part of the scene . 13 is the magic number of the Festival: the program will in fact be full of 13 events (2 chamber opera performances, 4 musical visits, 4 recitals, 3 event concerts) as well as 13th is its edition

Villa Manin.jpg

 

The chamber opera at the Castello di Spessa


Also this year the Festival will re-propose the long-awaited and now traditional chamber opera show at the Castello di Spessa, which hosted the well-known Mozart librettist Lorenzo da Ponte and Giacomo Casanova, and in the summer it becomes the home of the opera in Friuli Venezia Giulia. The appointment is on August 30th and September 1st. For this year the artistic director Gabriele Ribis has decided to propose an absolutely original show by proposing in the same evening two mini-works (The telephone by Giancarlo Menotti and The secret of Susanna by Ermanno Wolf Ferrari), which are a sort of tale of two couples during quarantine. The musical direction will be entrusted to the emerging Alessandro Cadario, principal conductor of the Orchestra dei Pomeriggi Musicali in Milan, and the direction of the young local director (from San Floriano del Collio) Jasmin Kovic. A corollary will be a dinner with tasting of Collio wines.

"La verde musica" and "Castles in the air"

The offer of concerts in the "Green Music" section is unusual and stimulating, real musical visits to historic gardens in the region, with an all-baroque program with young soloists from the Accademia per l'Opera di Verona-Polo Nazionale Artistico prepared from mezzo soprano Sonia Prina. Four appointments: Cordovado Castle (24 August), Lantieri Palace in Gorizia (31 August), Formentini Castle in S. Floriano del Collio (3 September), Villa Manin di Passariano (13 September). The visits will be conducted by the curators of the cataloging, promotion, enhancement and development of the territory, based in Villa Manin.
"Castles in the air" is the title of the solo recital section, which will feature prestigious names in the opera scene, such as Massimo Giordano and Giorgio Caoduro, together with young local talents such as the sopranos Giulia Della Peruta and Francesca Paola Geretto as well as the accordionist Igor Zobin. The venues will be Villa Ottelio Savorgnan in Ariis (August 20), Villa Gorgo in San Vito al Torre (August 29), Vila Vipolze in Dobrovo in Slovenia (September 11) and Villa Partistagno in Faedis (September 6). With the appointment in Vila Vipolze the Festival will become cross-border this year, to make its spectators discover the wonderful territory of the hills covered with vineyards of Brda / Collio, which has advanced its candidacy for UNESCO.

87258740_10157731972472347_6148153613010075648_o.jpg

 

Three event concerts
The Festival will close with three event concerts. The first in a symbolic location of the Region such as Piazza Capitolo in Aquileia (21 August), where a spectacular and engaging concert of sacred music will be held with Franz Listz's Requiem which, in memory of the victims of the pandemic, will have a particularly meaningful meaning, and a tribute to the bicentenary of the birth of the regional composer Jacopo Tomadini, of which Anima Christi will be performed. The musical direction will be by Igor Zobin, the choir of the Piccolo Opera Festival will be prepared by Elia Macrì. The solo voices will be those of Andrea Galli, Alessandro Cortello, Giorgio Caoduro, Massimiliano Svab.
From Aquileia to Gradisca d'Isonzo, where the dance show presented by the famous French company Eugénie Andrin from Antibes will be held on 5 September, with the well-known pianist Giovanni Bellucci and the dancer Eugénie Andrin, united by the video art of Gabriel Grinda. The show is made in collaboration with the Digital Contaminations Festival.
The program will end on 12 September in the Piazza di Cormòns, which will turn into a lively open-air café chantant, where on the notes of the most gourmet composer ever, Gioacchino Rossini, a glass of the aperitif dedicated to him, but interpreted, will be enjoyed. in the key of the Collio, or with a sparkling Ribolla Gialla. Special guest will be the famous Rossinian tenor Antonino Siragusa together with the mezzo-soprano Sofia Koberidze and the Trieste baritone Niccolò Ceriani.

Appointment to 2021
The Piccolo Opera Festival, which traditionally has a loyal audience from Austria and Germany, will address this year in particular to the local and national public and, despite the difficulties caused by the problems of the post-pandemic, did not want to miss its music, made possible with the fundamental support of the Friuli Venezia Giulia Region (Department of Culture and Sport and Department of Productive Activities), the Chamber of Commerce of Venezia Giulia, the Friuli Foundation. Also worth mentioning is the support of the municipal administrations of Aquileia, Cormons, Rivignano-Teor and Faedis. Next year the Festival will propose itself again with the 14th edition on its usual dates, ie between the end of June and the beginning of July.

P1170682.JPG