La Francia apre le frontiere ai visitatori europei e britannici

di Isabella Radaelli
Giugno 4, 2020

A partire dal 15 giugno 

Starting June 15th

pardd.JPG

 

English text follows

Il Primo Ministro Edouard Philippe, ha recentemente dichiarato di essere favorevole alla riapertura delle frontiere con i Paesi europei a partire dal 15 giugno. Nel caso in cui un paese imponga la quarantena ai viaggiatori o tenga chiuse le frontiere, la Francia si riserva il diritto di applicare misure reciproche.
Come ha sottolineato la Direttrice Generale di Atout France Caroline Leboucher riferendosi in particolare all’Italia «Aspettiamo con impazienza la data del 15 giugno e la conferma della riapertura delle frontiere all'interno dell'UE. I professionisti del turismo francese hanno lavorato a dei protocolli sanitari in collaborazione con il governo francese per garantire la sicurezza dei dipendenti e dei visitatori secondo le migliori pratiche. Spiagge, campagna e montagne adatte per passeggiate o attività sportive all'aperto, parchi per il tempo libero, siti culturali e monumentali, ristoranti e alloggi turistici attendono i turisti italiani che si spera presto potranno godere di nuovo l’arte di vivere alla francese, del piacere di un caffè-créme e un croissant in una terrazza al mattino o di condividere un pranzo alla francese con gli amici o con la famiglia, e concedersi il piacere di ritrovarsi di nuovo insieme a degustare piatti saporiti e grandi vini »

ok-7562-Rouen_-___B._Collier_-_CRT_Normandie.jpeg

 

Per quanto riguarda l'apertura delle frontiere verso Paesi esterni all'Unione europea, le decisioni saranno prese in un secondo tempo, previa consultazione tra gli Stati membri. Le frontiere rimarranno chiuse comunque almeno fino al 15 giugno.

A partire dal 2 giugno, caffè, bar e ristoranti situati nelle zone verdi (tutta la Francia ad eccezione delle zone “arancioni”, ovvero Parigi-Ile de France, Mayotte e Guyana) potranno riaprire, con le regole del distanziamento sociale (1 metro fra i tavoli e non più di 10 persone per tavolata) e uso di mascherina obbligatorio per il personale e per i clienti quando si spostano per il locale. Caffè, bar e ristoranti nelle zone arancioni, quindi Parigi e la regione Ile de France, sono autorizzati all’apertura dal 2 giugno solo per le terrazze all’esterno dei locali.

st-tropez-france.jpg

 

Musei e monumenti hanno riaperto su tutto il territorio nazionale dal 2 giugno, con l’obbligo dell’uso della mascherina. I parchi di divertimento riaperti dal 2 giugno nelle zone verdi, con ingresso massimo per 5000 persone, e il 22 giugno nelle zone arancioni. Lo stesso per teatri e sale di spettacolo: 2 giugno nelle zone verdi e 22 giugno nelle zone arancioni. I cinema possono riaprire su tutto il territorio dal 22 giugno. Fino almeno a tale data rimarranno chiuse anche le discoteche e le sale giochi. I raduni e gli eventi di oltre 5.000 persone rimarranno vietati fino a nuovo ordine e gli assembramenti pubblici sono limitati a 10 persone fino al 21 giugno.

Parchi e giardini hanno riaperto su tutto il territorio dal 30 maggio e dal 2 giugno riaprono anche spiagge, laghi e laghi artificiali e campeggi, villaggi turistici e altri alloggi collettivi; il 2 giugno nelle zone "verdi" con regole di protezione per l'accoglienza degli ospiti e il 22 giugno nelle zone "arancioni". Per gli alberghi entreranno in vigore anche nuove norme sanitarie che offriranno condizioni rassicuranti agli ospiti durante il loro soggiorno.

mentone.JPG

 

Il Gruppo ADP ha inoltre annunciato la ripresa dei voli passeggeri commerciali sull'aeroporto di Parigi-Orly da venerdì 26 giugno 2020 (tali voli erano stati sospesi dal 31 marzo 2020). La riapertura dello scalo di Parigi-Orly avverrà gradualmente, in linea con la domanda e ottimizzando le infrastrutture dell'aeroporto. Le operazioni inizieranno nel settore Orly 3. Tutte le precauzioni sono state prese dall'aeroporto di Parigi, in collaborazione con le compagnie aeree, per garantire che protezioni individuali e distanza fisica siano rispettate durante tutto il percorso del passeggero. Orly 3 sarà dotato di telecamere termiche a partire dal 26 giugno, in modo che i passeggeri possano effettuare il controllo della temperatura all'arrivo a Parigi ed essere indirizzati, se necessario e se lo desiderano, alle strutture mediche in aeroporto.

 

costa.JPG

 

Prime Minister Edouard Philippe recently said he was in favor of the reopening of the borders with European countries starting from June 15th. In the event that a country imposes quarantine on travelers or keeps borders closed, France reserves the right to apply reciprocal measures.
As Atout France Director General Caroline Leboucher underlined, referring in particular to Italy "We are looking forward to the date of June 15 and the confirmation of the reopening of borders within the EU. French tourism professionals worked on health protocols in collaboration with the French government to ensure the safety of employees and visitors according to best practices. Beaches, countryside and mountains suitable for walks or outdoor sports activities, leisure parks, cultural and monumental sites, restaurants and tourist accommodation await Italian tourists who hopefully will soon be able to enjoy the French way of life again, the pleasure of a coffee-créme and a croissant on a terrace in the morning or to share a French lunch with friends or family, and allow yourself the pleasure of finding yourself together again to taste tasty dishes and great wines »

As regards the opening of borders to countries outside the European Union, decisions will be taken later, after consultation between the Member States. However, the borders will remain closed at least until June 15th.
Starting from June 2nd, cafes, bars and restaurants located in green areas (all of France except the "orange" areas, ie Paris-Ile de France, Mayotte and Guyana) will be able to reopen, with the rules of social distancing (1 meter between the tables and no more than 10 people per table) and use of a mandatory mask for the staff and customers when moving around the premises. Cafes, bars and restaurants in the orange areas, therefore Paris and the Ile de France region, are authorized to open from June 2 only for the terraces outside the premises.

Museums and monuments have reopened throughout the national territory since June 2, with the obligation to use the mask. The amusement parks reopened from June 2 in green areas, with maximum admission for 5000 people, and on June 22 in orange areas. The same for theaters and showrooms: June 2 in green areas and June 22 in orange areas. Cinemas can reopen across the country from 22 June. Until at least that date, discos and arcades will also remain closed. The gatherings and events of over 5,000 people will remain prohibited until further notice and public gatherings are limited to 10 people until June 21.
Parks and gardens have reopened all over the territory since May 30 and from June 2 also beaches, lakes and artificial lakes and campsites, tourist villages and other collective housing reopen; on June 2 in the "green" areas with protection rules for welcoming guests and on June 22 in the "orange" areas. For hotels, new health regulations will also come into force which will offer reassuring conditions to guests during their stay.

The ADP Group also announced the resumption of commercial passenger flights at Paris-Orly airport from Friday 26 June 2020 (these flights had been suspended since 31 March 2020). The reopening of the Paris-Orly airport will take place gradually, in line with demand and optimizing the airport's infrastructure. Operations will begin in the Orly 3 sector. All precautions have been taken by the Paris airport, in collaboration with the airlines, to ensure that individual protections and physical distance are respected throughout the passenger's journey. Orly 3 will be equipped with thermal cameras starting from June 26, so that passengers can check the temperature on arrival in Paris and be directed, if necessary and if they wish, to medical facilities at the airport.

thanks for the photos https://it.france.fr/it

lov.JPG