Il Fior D'Arancio Maeli e le Giovani Eccellenze

di Luana Deiana
Gen. 3, 2017

Metti una sera a cena con Elisa Dilavanzo e i Lion Club Padova

Incontro con Elisa Dilavanzo e i suoi vigneti: Si definisce subito una ragazza fortunata quanto caparbia. A raccontarsi è Elisa Dilavanzo, giovane affascinante proprietaria della "Cantina Maeli" nella zona euganea di Monte Fasolo, in area 'Pirio'. In qualche anno ha saputo trasformare un suggestivo terreno collinare sui clivi di Baone, trovato in stato d'abbandono, in un florido vigneto. Un vigneto da tempo tralasciato che, da ricoperto di rovi e sterpaglie, lei con tenacia, coraggio e sicura tempra è riuscita a far tornare produttivo. Il quale oggi ha, a sua volta, trasformato Elisa in abile rappresentante di una cantina sempre più nota a livello internazionale, la cantina Maeli.

 

Ha occhi sorridenti e sagaci Elisa. Mentre ci racconta di sé e della sua avventura, incuriosisce chi la ascolta e, come il sapore del suo Fior D'Arancio, risulta fin dal primo incontro assai piacevole ed accattivante.

 

Per lei, formatasi con studi classici e proveniente da una tradizionale famiglia del rodigino, il vino, quanto le vigne e tutto quanto ci sta attorno, un dì sconosciuti, sono oggi argomento familiare e pregno di interesse, un argomento che Elisa ama davvero. Soggetti a cui, a partire da quell'iniziale corso di sommelier seguito nel 2005, si è proprio appassionata. Fino ad arrivare, al termine dei tre livelli AIS (Associazione Italiana Sommelier), ad essere sommelier professionista, conquistando poi il ruolo di degustatrice ufficiale, nonché vincendo, nel 2008, il concorso nazionale “Charme Sommelier”.

 

Dai calici alla famiglia di Desiderio Bisol: Concorso organizzato sempre da AIS e dalla trevigiana “Cantina Bisol”. Un caso, o ancora un colpo della sua fortuna? Elisa racconta che quello è stato un incontro perfetto. Uno dei due o tre che le hanno fatto comprendere quanto il suo destino prevedesse bollicine, calici e acini d'uva. Anche se, forse, non in quest'ordine. Dal momento in cui, ormai da qualche tempo, la famiglia di Desiderio ed i suoi componenti, diventati dapprima amici, son passati ad essere consiglieri ed infine suoi soci in affari.

 

La cena d'eccellenza dei Lions: La possibilità di incontrare Elisa Dilavanzo, conoscerla meglio ed assaggiare alcune delle sue etichette c'è stata in occasione della prima cena di Gala per presentare le “Giovani Eccellenze Patavine”. Elisa Dilavanzo ed i suoi vini, naturalmente, i protagonisti dell'incontro. Il quale si è tenuto al ristorante "Da Renzo", alle porte di Padova, ed è stato organizzato dal presidente Antonino Librici, l'ex presidente Andrea Berti e i componenti del Lions Club Padova “Graticolato Romano”.

 

Una serata che aveva, come primario, oltre a quello di riconoscere e premiare l'alto livello di prodotto raggiunto in pochi anni dall'esperienza della sommelier Dilavanzo, ormai imprenditrice, quello di portarla come fonte d'ispirazione e simbolo per i giovani presenti alla cena e appartenenti al gruppo di 'beginners' dei Lions. Ragione del riconoscimento? Elisa ha saputo distinguersi e far conoscere a livello internazionale il 'Fior D’Arancio' dei Colli Euganei, proprio grazie alla creazione della “Cantina Maeli”, la quale ha ottenuto l’ambita certificazione DOCG, nonché grazie al vino 'Maeli D+' conquistando la medaglia d’oro al 'Concorso Mondiale' di Bruxelles nel 2014 nella categoria della 'Denominazione di Origine Controllata' dei Colli Euganei.

 

Incontro che, come era stato preannunciato, si è confermato interessante e gustoso. Fatto di buoni sapori e di un intrecciarsi sano di menti e cuori all'interno di un gruppo che ha trovato il modo di condividere, con capacità costruttiva, un percorso di successo. Permettendo di rapportarsi con l'abilità di una giovane proposta quale esempio di perspicacia e crescente positività.

Nelle immagini alcuni momenti della serata che ha avuto per protagonista Elisa Dilavanzo affiancata, nella foto in basso, a six da Andrea Berti, ex presidente del gruppo Lions, e a destra dall'attuale presidente Antonino Librici.