Grande successo per TUTTOFOOD 2021

di Leonardio Felician
Nov. 22, 2021

Tuttofood, la grande esposizione fieristica milanese nel settore alimentare, è ripartita finalmente dopo il periodo di lockdown

In quest’anno si è tenuta eccezionalmente a fine ottobre, ma dalla prossima edizione biennale del 2023 ritornerà nella sua collocazione originale del mese di maggio. I mezzi di trasporto sono stati presi d’assalto da una quantità di operatori professionali degna dei tempi migliori. Lunghe file agli ingressi e nelle corsie dei numerosi padiglioni hanno determinato il successo dell’iniziativa la cui formula collaudata da molti anni è particolarmente apprezzata per la varietà dei temi trattati. E’ davvero difficile non trovare qualcosa di proprio interesse nelle diverse sezioni in cui la manifestazione si articola.
Due sono i temi principali trattati: i macchinari per la produzione, nonché i prodotti alimentari presentati da una miriade di aziende grandi e piccole, quasi tutte italiane, ma con qualche presenza internazionale. Un prodotto di nicchia, di cui a volte sfugge l’importanza della bilancia dei pagamenti e nelle esportazioni italiane all’estero che proviene da una ristretta zona dell’Emilia a cavallo tra Modena e Reggio Emilia, è l’aceto balsamico tradizionale di Modena e rispettivamente di Reggio Emilia, entrambi insigniti del marchio DOP a tutela di prodotti di grande valore spesso imitati senza averne il titolo.

 

Tra i produttori presenti negli stand, l’Acetaia Leonardi sorge vicino a Modena, in una corte del XIX secolo a Magreta di Formigine. È un’azienda che produce aceto balsamico da quattro generazioni utilizzando esclusivamente mosto di lambrusco e di trebbiano, cotto a fuoco diretto, acidificato e invecchiato inoltre 3000 botti di legno. La sua storia è cominciata come quella di tante famiglie della zona, dove l’acetaia è passata da padre in figlio. Nel lontano 1869 Giuseppe Leonardi ricevette in eredità le sue prime botti di aceto balsamico. Da quei tempi molte cose sono cambiate, ma non l’ingrediente principale per ottenere un prodotto di altissima qualità: il tempo.
In questo lungo periodo numerosi riconoscimenti nazionali e internazionali sono stati raccolti nel museo aziendale. La gamma di prodotti realizzati nel rispetto di una tradizione tramandata da oltre quattro generazioni comprende condimenti alimentari balsamici classici, aromatizzati al ginepro, ciliegio e tartufo, l’aceto balsamico tradizionale di Modena DOP, le creme al balsamico anche aromatizzate, le mostarde e le composte al balsamico, e infine cioccolatini e panettoni alla crema di balsamico.

 

 

Passando da Modena a Reggio Emilia, l’Acetaia Castelli è situata in una casa colonica di circa 130 anni, completamente ristrutturata al suo interno e trasformata in un luogo di affinamento di aceto balsamico. Si trova a Rio Saliceto, un paesino della pianura reggiana non lontano da Correggio, dove la terra d’estate è calda e secca, creando così le condizioni ottimali per la maturazione dell’aceto balsamico conservato in soffitta come da tradizione. La qualità tramandata di generazione in generazione si rispecchia nella cura meticolosa della scelta dei vigneti dove le uve coltivate sono rigorosamente DOC. All’interno dell’Acetaia è stato creato un angolo di degustazione e showroom, dove l’ospite può conoscere e assaggiare tutti i prodotti. Si tengono in estate diversi eventi di degustazione che richiamano interessati e curiosi anche da lontano.

Info

info@acetaialeonardi.it
www.acetaialeonardi.it

info@acetaiacastelli.itwww.acetaiacastelli.com