RE.NOIR 2016

di Giovanna Romeo
Gen. 30, 2020

Il valore del Pinot Nero dell’Oltrepò Pavese. Debutta a Milano la nuova selezione di Pinot Nero dell’Azienda Agricola Rebollini

re noir 2.jpg

 

Cinquant’anni di attività festeggiati recentemente, a consacrare un lavoro accurato e di grande espressione del territorio. E ora finalmente non solo spumanti ma anche un vitigno internazionale per sancire il rapporto esclusivo con l’Oltrepò. A Milano, Gabriele Rebollini titolare dell’Azienda Agricola Rebollini ha presentato “RE.NOIR”, il nuovo Pinot Nero in purezza: “Abbiamo voluto consolidare il legame con la nostra terra, vocata all’allevamento di questo importante vitigno internazionale”, un lavoro frutto della competenza e dell’esperienza dell’illustre enologo e agronomo Leonardo Valenti. Se, infatti, il Pinot Nero da prova della sua classe nella produzione di grandi spumanti, è vero anche che i vini rossi che si ottengono sono altrettanto interessanti.

riesling.jpg

 

Fondata nel 1968, l’Azienda Agricola racconta una storia di famiglia che guarda al futuro poggiandosi su solide basi che si tramandano da padre in figlio. Nei comuni di Casteggio, Calvignano, Borgo Priolo e Borgoratto, luoghi antichi appartenenti al comprensorio appenninico della provincia di Pavia si estendono i trentacinque ettari di vigneti e una produzione annuale di circa 100 mila bottiglie. Le uve di Pinot Nero destinato a Re.Noir sono allevate a cordone speronato con potatura corta ed una resa di 50 quintali di uva per ettaro. Sono invece 16 le etichette suddivise in quattro linee: Spumante, Superiore, “Base” e Vini Speciali (Novello e Passito).

re noi rebollini.jpg

 

Ora, finalmente, l’ennesimo riferimento importante per questa azienda in continua evoluzione e crescita. Particolarmente attenta alle richieste del mercato, ha scelto di parlare la lingua del Pinot Nero nell’espressione più classica: “Proponendo il nostro Re.Noir, spiega Gabriele Rebollini, abbiamo voluto consolidare il legame con la nostra regione: una terra vocata all’allevamento di questo importante vitigno internazionale, che proprio sulle colline oltrepadane trova l’ambiente ideale per regalarci vini di valore assoluto”. Solo duemila bottiglie, per questo Pinot Nero vendemmia 2006 di piena intensità e carattere. Possiede colore, complessità quanto finezza ed eleganza. Il naso, centrato su profumi di fiori appassiti, di sottobosco, di terra e funghi, anticipa una bocca di gran corpo e di piena maturità.

Azienda Agricola Rebollini - Località Sbercia, 1, 27040 Borgoratto Mormorolo (PV)