Una Estate A Tutta Pizza

di Vino e cibo
Aprile 24, 2015

Quando bontà e maestria arrivano sul web, Una estate a tutta Pizza

Al web l'ardua sentenza

Così, poichè l'ameno confronto ha visto gli otto esperti pizzaiouli, partecipanti ad "Una pizza per l'estate", servirsi tutti di elementi semplici e genuini quali abilità e fantasia, prodotti tipici e soprattutto qualità, la definitiva scelta sarà decretata, a termine stagione, dal web. Infatti dopo l'incontro avvenuto a “Palazzo Petrucci”, ospitato dalla partenopea cornice di piazza San Domenico Maggiore, le gustose creazioni saranno inserite nel menù di ciascun maestro, e una volta degustate e votate per l'intera stagione, sarà eletta la preferita del 2015 tramite il gradimento raccolto sulla pagina facebook creata ad hoc dal nome, appunto, “Una pizza per l'estate".  

Al web l'ardua sentenza

Gusto, sapori e italiche delizie

Arduo, benchè senz'altro saporito, il compito di coloro che curiosi e golosi, raccoglieranno la sfida e si prenderanno la briga di assaggiare e, armati di quasi scientifica sapienza, giudicare la pizza ideata da ciascuno degli otto partecipanti, 7 dei quali campani e uno siculo. Noi di seguito non possiamo che contribuire all'ingolosimento dei futuri assaggiatori limitandoci ad elencarne uno snello riassunto, fornendone i rispettivi artefici ed ingredienti:

Michele Leo, della Pizzeria Palazzo Petrucci ha proposto “Scapece al limone”, con acciughe, provola affumicata, cipollotto fresco, zucchine, alici sott'olio, menta e limoni;

Pasqualino Rossi, della Pizzeria Elite di Alvignano, ha creato “Estate Riccia 2015” con una farcitura di bufala affumicata, olive nere Caiazzane, alici di Cetara e scarola riccia a crudo;

Ciro Oliva, della Pizzeria Oliva Concettina ai tre Santi, a Napoli, invece la “Fresella” versione elaborata sulla tradizione pugliese, farcita con pomodorino datterino bio, tonno di Cetara, mozzarella di bufala e rucola;

Ron Garofalo della Pizzeria Mistral di Palermo ha detto la sua con la “Pizza Sicilia” con un topping di dadolata di datterino di Scili e di scalone di Cinisara stagionato;

i fratelli Susta della Pizzeria Shekkinah di Volla hanno creato “La Primizia” con pomodorini gialli e friggitelli su fior di latte di Agerola;

Enzo Cacialli, della Pizzeria Don Ernesto di Napoli, invece per la “Regno delle Due Sicilie” ha utilizzato friggitelli e pomodorini Pachino, dimostrando quanto alla base di ogni buona riuscita sia fondamentale il personale tocco del maestro;

Luca e Gianni Castellano della Pizzeria Pizzazzà di Napoli han offerto la “Margherita al Sanmarzano” con pomodoro San Marzano DOP San Nicola dei Miri, Fiordilatte di Agerola, Pecorino romano DOP e Parmigiano Reggiano DOP 24;

Vittorio Giordano dalla Pizzeria “Al Valico di Chiunzi” nella costiera amalfitana ha farcito la sua “Tramonti d’Estate” con provola di Tramonti e tartufo estivo “Scorzone” dei Monti Lattari.

Gusto, sapori e italiche delizie

Soddisfazione e dolcezza

Nella curiosa attesa di scoprire quale sarà il giudizio popolare, riportiamo le orgogliose parole di uno degli ideatori dello sfizioso contest, Antimo Caputo AD proprio della 'Molino Caputo' “Con questa terza edizione abbiamo raggiunto un equilibrio delle proposte dei nostri pizzaiuoli, un’armonia nei sapori e nei profumi che si aggiunge alla alta qualità degli impasti ottenuti con la nostra farina, impasti sempre leggeri, gustosi, equilibrati e ben idratati” il quale ha infine aggiunto “la partecipazione di chef stellati del calibro di Gennarino Esposito, della Torre del Saracino, e di Lino Scarallo, di Palazzo Petrucci, ha instaurato un proficuo rapporto di osmosi con i maestri pizzaiuoli". Miglior conclusione non potevamo scegliere se non citare quella che è stata la dolce prelibatezza portata dal rinomato pasticcere Salvatore De Riso che per l'occasione ha deliziato con un BabàmiSU’ dalla pasta babà al lievito naturale sofficissima, che ha dispensato carica ed energia essendo inzuppato al caffè espresso napoletano e crema al mascarpone.

 

 

 

Pagina Facebook 'Una pizza per l'estate

Soddisfazione e dolcezza