Libera Docenza Di Macelleria A Bruno Bassetto

di Marco Meneghetti
Marzo 22, 2015

Libera docenza di macelleria a Bruno Bassetto

Il Maestro macellaio di Treviso lascia l'attività per dedicarsi alla formazione dei colleghi.

La filosofia di Bruno Bassetto, macellaio trevigiano conosciuto per la sua impareggiabile battuta al coltello è trasmettere al suo pubblico, che spazia dal mondo della ristorazione, ai giovani chef fino al consumatore generico, la filosofia che da sempre sta alla base del suo lavoro: riconoscere e dare valore alle parti meno nobili del bovino. Un modo per impara rendo a mangiare bene e sano tenendo un occhio al portafoglio.
“Forse non tutti sanno che tra i tagli anatomici della carne il diaframma – afferma il macellaio trevigiano - è una parte molto succulenta e sanguigna. La parte anatomica del bovino è ideale per preparare ottimi piatti, come saporiti ragù, se accompagnata da scamone di maiale tagliato a coltello. Oppure una tagliata, dal gusto speciale e perfetta da offrire come antipasto. Si cuoce in forno in sottovuoto a bassa temperatura, si passa poi sulla piastra o sulla bistecchiera facendo attenzione che resti rosata all’interno. Dopo averla tagliata finemente, si serve con radicchio e un filo di olio extravergine di oliva”.
Pure la battuta al coltello è preparata diversamente da Bassetto. Si utilizzano i tagli nobili come filetto o controfiletto per la preparazione del piatto. Il macellaio utilizza il fesone di spalla, parte del quarto anteriore che rientra tra i tagli consumati subito dopo la macellazione. E' una carne molto succulenta e ad un prezzo decisamente più accessibile. Si prepara condita con sale marino ed olio dop del Garda adagiandola su crostini di pane dorato.
Gli italiani stanno manifestando un crescente interesse per gli hamburger. La ristorazione utilizza i tagli magri della coscia, mentre Bassetto preferisce il reale, taglio del quarto anteriore, perché più morbido, che lui prepara a mano senza far uso del tritacarne.
Il Maestro macellaio trevigiano, è autore di libri, sarà relatore a seminari e convegni di approfondimento sul tema della carne, ai quali affiancherà l’attività di docente ai corsi professionali per macellai e di consulente.     
Il Maestro macellaio di Treviso lascia l'attività per dedicarsi alla formazione dei colleghi.