Cibus E La Passione Della Cucina

di Il Merlo Parlante
Maggio 2, 2014

Cibus e la passione della cucina , Parma dal 5 all'8 maggio , novità alimentari

Il pubblico dei consumatori non entra

E' un peccato che Cibus, salone internazionale dell’alimentazione parmense, sia aperto solo al pubblico dei professionisti del food, retail e Ho.Re.Ca nazionale ed estero. Una giornata per il pubblico dei consumatori potrebbe risultare interessante visto che siamo proprio noi che determiniamo la crescita della passione tutta italiana per l'arte del cucinare in casa e, contemporaneamente, per i cibi biologici e salutistici. Una domanda alla quale l'industria alimentare sta rispondendo con la creazione di nuovi prodotti che proprio a Cibus, 17° edizione dal 5 all'8 maggio in fiera a Parma, saranno messi in bella vista. Elencare le diverse centinaia di nuovi prodotti che verranno presentati per la prima volta al pubblico nel corso di Cibus 2014, informano gli addetti stampa, è impossibile, ma una selezione, necessariamente parziale, di 100 prodotti è stata pubblicata sul sito http://www.cibus.it/ [1] , in prima pagina, nella rubrica "Novità di prodotto - Le aziende informano", per cui almeno un po' di soddisfazione al pubblico è stata data e se qualcuno fra voi è curioso di conoscere le novità che si troveranno sul mercato. Eccolo accontentato, basta cliccare sul pdf.

Il pubblico dei consumatori non entra

Curiosità da mettere sui piatti o in tavola

Per quanti non hanno voglia di cliccare invece, qualche anteprima : volete mangiare bene, ma avete poco tempo per cucinare, ecco i 7 piatti con ricette del noto chef Vissani, pronti in due minuti, e corredate di consigli per l'abbinamento del vino: una su tutte, la crespella toscana al cavolo nero con salsa alle banane e curry rosso (Gastronomia Toscana).
C'è poi la crema di aceto balsamico di Modena con salsa tabasco, da usare su carne e pesce (Fini), e le perle di aceto balsamico di Modena per la cucina (Mengazzoli). Non mancano i dadi da brodo declinati al pomodoro, peperoncino, spinaci, gamberetto (Fattoria Italia) o il pesto genovese fresco con tartufo bianco (Tab GreenLine).
E ancora il pesto con broccoli, alla pugliese (Costaligure) alla salsa di pomodorini datterini, più dolce (Mutti). Per quelli che si definiscono gran gourmet, una nuova confezione di cinque bocconcini di culatello (Terre Ducali), il culatello cotto da cosce suine del suino pesante padano (Ibis Cremonini) ed il preparato di tartufi specifico per il sushi (Urbani Tartufi). Veloce e rapido ma tutt'altro che rispettoso della tradizionale grattugia ecco anche il parmigiano da spalmare sul cucinato o semplicemente sul pane (Parmareggio) oppure le sfoglie sottili di formaggio stagionato in vaschetta, da usare su pasta, carpacci e insalate (Nitti Ferrari). E per cucinare una pizza tradizionale a casa, ecco il Kit fai da te preparato dai Maestri piazzaioli che spiegano tutto, da come regolare il forno fino ad ogni singolo passaggio necessario per un buon risultato (Sapori Antichi).
 
Altro capitolo quello per gli amanti della cucina anche con l'uso di i prodotti surgelati, come le fette di mozzarella già pronte (Alifood) ed il gorgonzola al tartufo (Selektia Italia). Nel dolciario , invece , vengono proposte le perle di caffè da usare sul gelato, ma anche in cucina (Taurocaf), e il kit per "sferificare" nel mondo del dessert: i liquidi vengono trasformati in sfere, attraverso prodotti naturali, la cui struttura, liquida all'interno, si presta alla preparazione di dessert e cocktail molecolari (Fabbri). E per un caffè diverso dall'espresso, arriva la macchinetta a capsule per fare il caffè americano (Segafredo Zanetti).

Curiosità da mettere sui piatti o in tavola

L'alimentazione salutare

Grande spazio poi alla presenza dei prodotti biologici tra gli stand di Cibus 2014: dalle uova fresche bio, da galline alimentate con cereali a filiera controllata (Alce Nero) alla pasta di riso bio, da coltivazioni con metodi sostenibili, senza glutine e con basso contenuto di sodio (Riso Viazzo); dai savoiardi bio (Lanaittu) alle piadine bio (Natural Food); dalla mousse di mele bio (Ad Chini) al burro al tartufo bio (Calugi), fino alle salse per contorni o aperitivi che non utilizzano l'olio (Ponti).
 
Al di là del biologico, buona anche l'offerta di prodotti salutistici: dal burro senza lattosio (Dalla Torre) alla robiola e il caprino senza lattosio (Latteria Montello); dalla bresaola a basso contenuto di sodio (Venus Paganoni) ai grissini fatti con farina di farro e cereali (Grissin Bon); dal chinotto senza zucchero e a zero calorie (Neri) al ragù bolognese rivisitato in chiave naturale con soia e verdure e il pesto con Tofu (Biffi); dalla pasta preparata con acque oligominerali, direttamente trasferite dalla sorgente (Dal Verde) agli spaghetti "turanici" realizzati con un grano antico trattato biologicamente, con poco glutine (Mancini). Se si soffre di iperglicemia, nel campo dei dolci ecco un preparato per fare marmellate a casa senza zucchero, a base di dolcificante Stevida (Novarese Zuccheri), e poi il gelato al sorbetto pieno di frutta (Valsoia) o il semifreddo congelato di crema al croccante gluten free (La Donatella). Tra le bevande, viene proposto il succo di frutta con aggiunta di latte (Parmalat). Per la merendina dei bambini viene presentato un kit studiato dai nutrizionisti contenente uno snack di parmigiano, grissini e frullato (Parmareggio).
 
Per gli appassionati di "super alimenti" con nutrienti essenziali concentrati: le barrette biologiche crude con frutta secca e noci; i cereali per la prima colazione a base di grano saraceno germogliato e frutta secca (Ambrosiae).

L'alimentazione salutare

Fra le tante altre novità anche un formaggio Dop

E naturalmente, al di là dei prodotti per la cucina fai da te e i prodotti salutistici, sono tante le novità in ogni comparto. Nel settore dei prodotti da forno, per esempio, le focacce in monoporzione snack (Barilla) e nuove referenze di pan soffice, grissini, cracker e tarallini con grano duro tenero, kamut e saraceno (De Cecco). Altre novità, per continuare quel che il pubblico non vedrà se non sugli scaffali di supermercati e negozi, nel comparto dell'olio arriva l'olio biologico in bag in box, la confezione con rubinetto che non si ossida da tempo utilizzata per il vino (Frantoio D'Orazio Picicco) e l'olio extra vergine in spray, che riduce gli sprechi (Limoni Sicilia), le vinaigrette all'aceto
balsamico, arancia e lime, pomodori secchi e cipolla e scalogno (Monini), fino alla linea cosmetica completa realizzata con l'olio, quindi crema per mani, per il corpo, la schiuma per doccia e via dicendo (Monini).
 
Tra i formaggi le vaschette di formaggio fresco spalmabile (Strakì Sterilgarda) con crema di latte e quello con fermenti lattici vivi e calcio (Galbani). E ancora: le zuppe di verdura in bicchiere, dalla vellutata di carote al passato di verdure (Euroverde), le panelle prefritte surgelate, a cottura rapida (Cgm), la camomilla a infusione diretta in acqua minerale (Rocchetta).
 
E infine, a Cibus verrà presentata anche una nuova Dop: il formaggio Puzzone di Moena (Consorzio Trentino) che almeno questo, si spera, dovrebbe essere fatto come l'arte del casaro comanda e non come vuole l'ingegneria alimentare delle industrie di trasformazione che si presentano a Cibus.
 

Fra le tante altre novità anche un formaggio Dop