Vino E Cibo Sono Prodotti Dei Campi

di Il Merlo Parlante
Gen. 28, 2014

Dall'agroalimentare non solo piaceri per la buona tavola , De Girolamo , Expo 2015, MIlano , PAC , Gianni Letta

Opportunità e sonanti euro lasciati al vento

Se c'è qualcosa che può ancora salvarsi dalla palude della crisi nel nostro Paese è l'agroalimentare, l'opportunità per il settore turistico e alberghiero che il comparto può indurre e infine, le nostre celebrate produzioni enologiche e gastronomiche. Su questo, pochi possono dissentire, visti i dati con il segno più che non starò qui a snocciolarvi dato che per noi merli canuti, i numeri che rimangono numeri per gli specialisti alla Pagnoncelli, possono risultare noiosi, quel che mi preme sottoporre alla vostra attenzione di lettori appassionati di Vinoecibo, è che proprio in questo momento non avete più un ministro della politiche agricole e forestali: dimessa.

Opportunità e sonanti euro lasciati al vento

Undici ministri in tredici anni

Non fraintendete, l'onorevole non è entrata in un convento della nota congregazione delle Suore Dimesse Figlie di Maria Immacolata - sentito un po' del suo lessico registrato se ne dubita l'accoglimento fra le pie serve - vero invece che ha proprio lasciato la sua carica per rispetto della sua onorabilità.
 
...quando mancano pochi mesi alla presidenza italiana della UE , all'arrivo delle miliardate della nuova PAC e all'Expo 2015 di Milano, con tema guida l'alimentazione e tutto quel che c'è dietro e davanti. Compresa l'agricoltura e chi la fa, per l'inimitabile enogastroalimentare che vale miliardi sonanti in tuto il mondo. Non c'è che dire, voi umani, avete proprio una strana concezione dei vostri beni pubblici.
 
p.s
Per dover di cronaca va detto che il vostro primo ministro ha assunto l'interim del dicastero ma riuscirà a trovare il tempo necessario per un ministero che dal 2000 ha visto passare 11 ministri. Calcolando la media di permanenza, non è impossibile...
Undici ministri in tredici anni