Rubare Per Dar Da Mangiare Ai Gatti

di Il Merlo Parlante
Giugno 12, 2014

Rubare per dar da mangiare ai gatti

Vicenda che solo voi umani potete architettare

Chi vi scrive, da pennuto e canuto merlo, come ben potete immaginare non ama molti i gatti e in verità neanche tanto i loro padroni. Ma quando pensano a nutrirli, evitando che magari vadano in cerca di pennuti di piccola e media taglia come me, ben vengano e vengano pure i loro gatti che, con la pancia piena, non pensano certo di insidiare i bipedi della mia o di più piccola stazza. 
Se poi però, uno di questi umani ruba del cibo per loro,  del valore di un euro e mezzo o poco meno, la faccenda si ricomplica perchè chi ruba va punito. Così prescrive la vostra umana legge che tuttavia, lasciatemi il dire, in questo caso mi lascia perplesso e non può che farmi  condividere  quanto scritto da un vostro umano collega, autorevole governatore del Veneto, con una nota pervenuta alla nostra casella mail di redazione@ vinoecibo.it  :

“La legge è legge, per carità, ma se, come in questo caso, innesca una vicenda di ordinaria ingiustizia e di pura follia, vuol dire che è sbagliata e va urgentemente modificata. La signora non va processata, va aiutata usando il buon senso”. Lo dice il presidente della Regione del Veneto Luca Zaia, commentando la vicenda dell’anziana signora di Belluno che ha “rubato” due scatolette di cibo per gatti del valore di 1 euro e 41 centesimi e per questo andrà a processo con l’accusa di furto con l’aggravante della destrezza.
“Voglio sperare – aggiunge il Governatore – che si trovi una soluzione per evitare a questa anziana, con pensione minima e un figlio disoccupato a carico, il tritacarne di una giustizia che, forse mai come in questo caso, si dimostra cieca, ed è pronta a usare, ma meglio sarebbe dire sperperare, centinaia se non migliaia di euro dei contribuenti per processare una donna che di euro ne ha rubati 1,41. E’ cleptomane? Allora la si curi; è disperata? Allora la si aiuti, perché un delinquente vero, come la si sta trattando, non avrebbe certo rubato due scatolette di cibo per gatti, ma magari assaltato la cassa del supermercato”.“Tutto questo – conclude Zaia – mentre troppi delinquenti veri girano liberi e compiono reati, ed altri, ben 4000, vengono rimessi in libertà accompagnati da un coro di consensi perché così si risponde al sovraffollamento delle carceri!”.