Il mito dei grandi Ciclisti rivive nella "1868 Gallery", nel fine settimana dedicato alla tappa del Giro d'Italia sulle strade del Prosecco

di Vino e Cibo
Ott. 13, 2020

Imprese eroiche ed enoiche in Conegliano:Coppi, Bartali, Gimondi, Moser e Pantani narrati da Argentin, Beccia e Brocci

Heroic and enological enterprises in Conegliano: Coppi, Bartali, Gimondi, Moser and Pantani narrated by Argentin, Beccia and Brocci

 

Il mito di Fausto Coppi, Gino Bartali, Felice Gimondi, Francesco Moser, Marco Pantani e di altri Campioni del ciclismo con le loro eroiche imprese sportive, torna a rivivere dal 16 al 18 Ottobre a Conegliano nella "1868 Gallery" della Carpenè Malvolti – protagonista anch'essa di imprese enoiche - grazie all'esposizione temporanea di bici storiche appartenute a Campioni del XX° secolo e provenienti dalla selezione di Gianfranco Trevisan, già campione e collezionista di Padova. 

La mostra "Imprese eroiche ed enoiche in Conegliano" che è stata presentata questa mattina durante la conferenza stampa tenutasi in sede del Comune di Conegliano, alla presenza del Sindaco Fabio Chies, del Coordinatore di Tappa Andrea Vidotti nonché della Carpenè Malvolti, sarà inaugurata nella "1868 Gallery" la sera di Venerdì 16 Ottobre alla presenza delle Istituzioni, di Moreno Argentin e Mario Beccia, e sarà l'anteprima della 14° tappa del Giro d'Italia che Sabato 17 Ottobre attraverserà il Territorio del Prosecco. 

In tale prestigioso contesto non poteva mancare un tributo a colui che insieme a Fausto Coppi ha infiammato il tifo ciclistico nel secondo dopoguerra; l'apertura della mostra prevede infatti la presentazione del libro "Bartali, ultimo eroico", scritto dal fondatore dell'Eroica Giancarlo Brocci ed edito da Minerva.

 

L'evento ospitato nella "1868 Gallery" sarà dunque l'occasione per tornare a respirare le emozioni, la sfida, il grande rispetto sportivo ed il carisma dei più grandi Campioni delle due ruote e rimarrà aperto al pubblico, con accesso limitato e su prenotazione, per tutto il fine settimana in cui la terra del Prosecco accoglierà la suggestiva tappa a cronometro del Giro d'Italia 2020 da Conegliano a Valdobbiadene.

"Pochi giorni ancora e arriverà la tappa a cronometro del Giro d'Italia che toccherà le due "capitali" del Prosecco D.O.C.G. Conegliano e Valdobbiadene. L'unico e il più grande evento sportivo a livello internazionale che siamo riusciti ad ospitare in questo periodo così  difficile ed incerto. – commenta il Sindaco Fabio Chies – Un'occasione unica che metterà in mostra il Grande sport con grandi campioni e un paesaggio culturale Patrimonio dell'Umanità con tutte le sue bellezze ai 200 paesi collegati in mondovisione. La città è pronta! Molte le persone impegnate nell'organizzazione e molte anche le associazioni e aziende che vogliono unirsi a questa festa proponendo degli eventi collaterali per accogliere il giro in un virtuale grande abbraccio rosa. Un esempio è la bella iniziativa della Carpenè Malvolti "Imprese eroiche ed enoiche in Conegliano" un tributo ai grandi campioni del passato, mai dimenticati che continuano a vivere nell'immaginario collettivo di tutti noi. Un grazie quindi alla Carpenè Malvolti che da sempre coniuga eccellenza del prodotto con forti radici nel territorio e rappresenta un grande orgoglio per la Città di Conegliano."

 

A supportare l'organizzazione di una così importante occasione di visibilità per il Territorio, il virtuoso coordinamento tra Istituzioni, Cittadinanza, Associazioni ed Imprese che hanno messo insieme con profitto idee, proposte ed energie. 

"La tappa a cronometro Conegliano - Valdobbiadene del 17 Ottobre è una straordinaria opportunità di visibilità per il territorio delle Colline patrimonio Unesco - afferma Andrea Vidotti, Coordinatore del Comitato di Tappa - Rcs Sport ha denominato questa tappa "The Wine Stage" e questo fa capire l'importanza di questa giornata per tutto il territorio di Conegliano e Valdobbiadene. Qualche dato: 4 ore di diretta Rai, 200 paesi in tutto il mondo collegati. Come Coordinatore del Comitato di Tappa mi sento di ringraziare tutti coloro che hanno creduto in questa opportunità, in primis la Regione Veneto, e a seguire il Consorzio di Tutela del Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore, l'Associazione Colline del Prosecco Patrimonio Unesco, i Comuni di Conegliano e Valdobbiadene. Eventi come quello organizzato dalla Carpenè Malvolti - ha continuato - sono importantissimi per valorizzare ancor di più una giornata di festa dello sport e per evidenziare le peculiarità della grande passione per il ciclismo delle nostre terre."

Quella stessa fatica, caparbietà e passione che abbiamo riconosciuto nei Campioni di ieri e che potrà conferire in egual modo la motivazione per quei ciclisti che percorreranno le strade di Conegliano e Valdobbiadene prossimamente, sono anche gli elementi che ritroviamo alla base del successo del Prosecco e dell'Impresa Carpenè Malvolti che gli ha dato i natali.

 

"L'impegno etico con la Città di Conegliano – afferma Domenico Scimone della Carpenè Malvolti - è uno storico privilegio per la Carpenè Malvolti che, nei 152 anni della sua attività imprenditoriale, si pregia di aver compiuto "imprese enoiche" uniche e straordinarie. Ai meriti enologici ad essa ascrivibili, si è infatti giunti grazie alle intuizioni scientifiche ed alle determinazioni strategiche di tutte le Generazioni della Famiglia Carpenè che ancor oggi gestisce l'Impresa, con l'obiettivo di valorizzare il Territorio, il Vino Spumante che ivi affonda le sue radici nonchè gli eroici ed enoici Viticoltori che, mettendo in pratica gli insegnamenti di Antonio Carpenè su come gestire al meglio la vigna, crearono i presupposti perché oggi noi tutti si possa godere  di un Territorio così straordinario e dell'immenso valore da esso generato".

 

The myth of Fausto Coppi, Gino Bartali, Felice Gimondi, Francesco Moser, Marco Pantani and other cycling champions with their heroic sporting feats, comes back to life from October 16 to 18 in Conegliano in the "1868 Gallery" of Carpenè Malvolti - protagonist also owned by wine companies - thanks to the temporary exhibition of historic bikes that belonged to 20th century champions and come from the selection of Gianfranco Trevisan, former champion and collector of Padua.

The exhibition "Heroic and enological enterprises in Conegliano" which was presented this morning during the press conference held in the Municipality of Conegliano, in the presence of the Mayor Fabio Chies, the Stage Coordinator Andrea Vidotti as well as Carpenè Malvolti, will be inaugurated in the " 1868 Gallery "on the evening of Friday 16 October in the presence of the Institutions, Moreno Argentin and Mario Beccia, and will be the preview of the 14th stage of the Giro d'Italia which will cross the Prosecco Territory on Saturday 17 October.

In this prestigious context, a tribute to the man who, together with Fausto Coppi, inflamed cycling fans after World War II could not be missing; the opening of the exhibition foresees the presentation of the book "Bartali, the last heroic", written by the founder of the Eroica Giancarlo Brocci and published by Minerva.

The event hosted in the "1868 Gallery" will therefore be an opportunity to return to breathe the emotions, the challenge, the great sporting respect and the charisma of the greatest cycling champions and will remain open to the public, with limited access and by reservation. , for the whole weekend in which the land of Prosecco will host the evocative time trial stage of the 2020 Giro d'Italia from Conegliano to Valdobbiadene.


"A few more days and the time trial stage of the Giro d'Italia will arrive that will touch the two" capitals "of Prosecco DOCG Conegliano and Valdobbiadene. The only and largest international sporting event that we have managed to host in this period. difficult and uncertain - commented Mayor Fabio Chies - A unique opportunity that will showcase the great sport with great champions and a World Heritage cultural landscape with all its beauties to the 200 countries connected worldwide. The city is ready! Many people involved in the organization and many also associations and companies who want to join this party by proposing collateral events to welcome the tour in a virtual big pink hug. An example is the beautiful initiative of Carpenè Malvolti "Heroic and enological enterprises Conegliano "a tribute to the great champions of the past, never forgotten who continue to live in the collective imagination of all of us. Thanks then i alla Carpenè Malvolti which has always combined product excellence with strong roots in the territory and represents a great pride for the City of Conegliano. "

To support the organization of such an important opportunity for visibility for the Territory, the virtuous coordination between Institutions, Citizenship, Associations and Companies that have successfully put together ideas, proposals and energies.

"The Conegliano - Valdobbiadene time trial stage on 17 October is an extraordinary opportunity for visibility for the territory of the Unesco heritage hills - says Andrea Vidotti, Coordinator of the Stage Committee - Rcs Sport has called this stage" The Wine Stage "and this makes us understand the importance of this day for the whole territory of Conegliano and Valdobbiadene. Some facts: 4 hours of live RAI, 200 countries all over the world connected. As Coordinator of the Stage Committee I would like to thank all those who believed in this opportunity , first of all the Veneto Region, and to follow the Consortium for the Protection of Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore, the Colline del Prosecco Unesco Heritage Association, the Municipalities of Conegliano and Valdobbiadene. Events such as the one organized by Carpenè Malvolti - he continued - are very important to enhance even more a day of celebration of sport and to highlight the peculiarities of the great passion for the cycling of our lands. "

"The ethical commitment with the City of Conegliano - affirms Domenico Scimone of Carpenè Malvolti - is a historic privilege for Carpenè Malvolti which, in the 152 years of its entrepreneurial activity, prides itself on having accomplished unique and extraordinary" wine businesses ". oenological merits ascribable to it, it was in fact reached thanks to the scientific intuitions and strategic determinations of all the Generations of the Carpenè family that still manages the company today, with the aim of enhancing the Territory, the Sparkling Wine that sinks its roots as well as the heroic and wine growers who, putting into practice the teachings of Antonio Carpenè on how to better manage the vineyard, created the conditions for today all of us to enjoy such an extraordinary territory and of the immense value it generates ".