E' nato Opera Olei

di Vinoecibo
Feb. 12, 2020

Presentato a Milano il consorzio che unisce 6 produttori di olio EVO con l’obiettivo di promuovere la cultura dell’olio evo di qualità

logo opera olei_claim JPG.jpg

 

Presentato a Milano nei giorni scorsi a Milano, Opera Olei, il consorzio che riunisce 6 produttori di olio extra vergine di oliva, uniti in questo progetto con l’obiettivo di promuovere la cultura dell’olio evo di qualità.

“In un momento in cui il mondo dell’olivicoltura è statico, Opera Olei cresce”, ha dichiarato il presidente Riccardo Scarpellini durante l’evento. “Cresce per volontà di investimento, per impegno, per diffusione della cultura legata all’olio extra vergine d’oliva d’eccellenza. Cresce dando l’esempio ad altri produttori che è la qualità che paga, sempre”.

 

opera olei bottiglia.jpg

 

Fanno parte del consorzio l'Olearia San Giorgio di San Giorgio Morgeto, ( RC), Agraria Riva del Garda di Riva del Garda, ( TN), Frantoi Cutrera dei Monti Iblei, (RG), azienda agraria Viola di Foligno ( PG), Frantoio Franci di Montenero d’Orcia (GR), Mimì di Modugno (BA).

A conclusione della presentazione, lo chef Matia Barciulli, professionista che nel 2007 ha conquistato la sua prima stella Michelin, ha preparato alcuni piatti utilizzando le 6 monocultivar, fiore all’occhiello della produzione delle aziende Opera Olei.

 

monocultivar opera olei.jpg

 

 

chef Matia Barciulli.jpg

 

IL CONSORZIO OPERA OLEI

Dall’amore per la terra e dalla volontà di diffondere la cultura dell’olio extra vergine di oliva di qualità è nato nel 2014 il Consorzio Opera Olei, che riunisce sei tra le migliori aziende italiane produttrici di olio evo monovarietale.

Oggi il Consorzio continua la sua attività di sensibilizzazione nei confronti del mercato e, più specificatamente, del consumatore attraverso un cofanetto dal design moderno ed elegante che comunica al mondo l’alta qualità degli oli extra vergine di oliva in esso contenuti.

Del consorzio Opera Olei, presieduto da Riccardo Scarpellini, fanno oggi parte: Olearia San Giorgio di San Giorgio Morgeto (Reggio Calabria), Agraria Riva del Garda di Riva del Garda (Trento), Frantoi Cutrera dei Monti Iblei (Ragusa), Azienda Agraria Viola di Foligno (Perugia), Frantoio Franci di Montenero d’Orcia (Grosseto), Mimì di Modugno (Bari).

Sei realtà regionali diverse per storia e cultura, unite dalla stessa passione e dalla costante ricerca di quell’equilibrio tra tradizione e innovazione capace di dare vita a prodotti unici e di altissima qualità.

Le sei aziende lavorano oli extra vergine di oliva monocultivar selezionati, estratti esclusivamente da olive verdi per preservarne i polifenoli e la vitamina E, e salvaguardarne le proprietà nutraceutiche. Un ‘biglietto da visita’ di tutto rispetto per una produzione che sta ottenendo, a ragione, sempre maggiore visibilità e autorevolezza sulle tavole dei consumatori più attenti.

Nell’ambito delle attività di diffusione della cultura dell’olio extra vergine di oliva, delle sue caratteristiche, dei suoi pregi e per far apprezzare questo eccezionale prodotto, il Consorzio Opera Olei ha dato vita anche alla FJT Olive Oil School: una vera a propria scuola con sede a Livorno aperta a tutti coloro che desiderano ‘capire’ meglio questo ingrediente, conoscere e riconoscere quello buono in tutta la sua ricchezza e complessità e imparare ad utilizzarlo al meglio in cucina.

In sole tre ore la scuola risponde a molteplici domande sull’olio extra vergine di oliva e fornisce le basi di Metodica di Assaggio, Frangitura, Valori Nutrizionali e Abbinamento sui diversi piatti. Il tutto “condito” con degustazioni guidate e in abbinamento a diverse ricette, sia tradizionali che innovative.

Per saperne di più sul consorzio Opera Olei e sulla FJT Olive Oil School: www.operaolei.it