Cacao e Vaniglia

di Vinoecibo
Giugno 20, 2020

Servizio del giornalista Marco Marchesini per Dossier Storie rubrica di Rai Due curata da Maria Concetta Mattei. Con mâitre pâtissier chocolatier Luigi Biasetto e le cabosse dell'Orto Botanico di Padova

Report by the journalist Marco Marchesini for the Dossier Stories of the Rai Due column edited by Maria Concetta Mattei. With mâitre pâtissier chocolatier Luigi Biasetto and the cabosse of the Botanical Garden of Padua

 

orto-vecchio-panoramica4.jpg

 

English test follorws

L'orario non è fra i propizi per favorire i grandissimi share ma, visto che l'emittente tv è una cosiddetta rete ammiraglia della RAI , anche quei telespettatori non ancora tra le braccia di Morfeo, avranno la loro importanza per la visibilità cui godrà la città del Santo. Sarà Padova, infatti, grazie al suo prestigioso Orto Botanico e al contributo creativo del Relais Dessert Luigi Biasetto, la protagonista del servizio “Cacao&Vaniglia”, realizzato dal giornalista Marco Marchesini per Dossier Storie rubrica di Rai Due curata da Maria Concetta Mattei, che andrà in onda questo sabato (20 giugno) alle ore 24.00

Luigi Biasetto Con le cabosse di cacao.jpg

 

E’ stato un incontro davvero proficuo quello tra Luigi Biasetto, già campione del mondo di pasticceria, nato a Bruxelles da genitori veneti, e Barbara Baldan, direttore dell’Orto botanico di Padova, con la collaborazione di Carlo Calore, direttore dell’ufficio Eventi permanenti del più antico orto botanico universitario al mondo. Da sempre luogo di ricerca scientifica, scambio culturale e didattica, l’orto botanico patavino conta più di 3500 specie, cinque grandi serre e un percorso espositivo dedicato ai rapporti tra piante, uomo e ambiente. Dal 1997 è inserito nella Lista del Patrimonio Mondiale Unesco.

biasetto-ballarin gallimberti valentina -.jpg

 

Una storia straordinaria quella raccontata da Dossier Storie, realizzata grazie alla pianta di Theobroma cacao arrivata in Veneto nel 1641 e che, quest’anno, caso raro alle nostre latitudini, ha prodotto ben 17 frutti. Il maestro pasticcere padovano, forte della sua competenza da mâitre pâtissier chocolatier, ha saputo trasformare le cabosse in 400 g di purissimo cacao. Ma non finisce qui. Complice anche una serra di splendide orchidee presente nell’Orto, Luigi Biasetto ha ricavato dai baccelli maturi una profumatissima vaniglia. Un evento unico che sembra creato apposta per festeggiare i 475 anni di questo luogo davvero magico, tutto da visitare in una città che vanta anche molte altre attrazioni. A cominciare dal ciclo di affreschi di Giotto della cappella degli Scrovegni o del battistero del duomo di Giusto dè Menabuoi e altri ancora, tutti da scoprire. Così come lo sono i sapori della cucina di questa città euganea che seppe ammaliare finanche il dotto Galileo Galilei. Che a Padova insegnò nella secolare università.

Cappella-degli-Scrovegni-a-Padova1-812x400.jpg

 

The timetable is not among the propitious to favor the huge shares but since the TV station is a so-called flagship network, even those viewers not yet in the arms of Morpheus will have their importance for the visibility that the city of the Saint will enjoy . In fact, thanks to its prestigious Botanical Garden and the creative contribution of the Relais Dessert Luigi Biasetto, Padua will be the protagonist of the "Cacao & Vaniglia" service, created by the journalist Marco Marchesini for the Dossier Storie column of Rai Due edited by Maria Concetta Mattei, which will air this Saturday (June 20) at 24.00

Giusto_de'_menabuoi,_nozze_di_cana,_1376-78,_battistero_di_Padova.jpg

 

It was a really profitable meeting between Luigi Biasetto, former pastry world champion, born in Brussels from Venetian parents, and Barbara Baldan, director of the Botanical Garden of Padua, with the collaboration of Carlo Calore, director of the Events office permanent elements of the oldest university botanical garden in the world. Always a place of scientific research, cultural and educational exchange, the Padua botanical garden has more than 3,500 species, five large greenhouses and an exhibition path dedicated to the relationships between plants, man and the environment. Since 1997 it has been included in the UNESCO World Heritage List.

specola - padova.jpg

 

An extraordinary story that told by Dossier Storie, made thanks to the Theobroma cacao plant that arrived in Veneto in 1641 and which, this year, a rare case in our latitudes, has produced 17 fruits. The master pastry chef from Padua, thanks to his expertise as a mâitre pâtissier chocolatier, has been able to transform the pods into 400 g of pure cocoa. But it doesn't end there. Thanks also to a greenhouse of splendid orchids present in the garden, Luigi Biasetto has obtained from the ripe pods a very fragrant vanilla. A unique event that seems created specifically to celebrate the 475 years of this truly magical place, all to visit in a city that also boasts many other attractions. Starting with Giotto's cycle of frescoes in the Scrovegni chapel or the baptistery of the cathedral by Giusto dè Menabuoi and others, all to be discovered. As are the flavors of the cuisine of this Euganean city that knew how to charm even the learned Galileo Galilei. Who taught in Padua in the secular university.

thanks to Valentina Gaòòimberti for the photos

70283280_2474048266020442_8680794260074659840_o.jpg