Calabria

Vinificatori Di Qualità E Di Solidarietà

di Orfeo Meneghetti
Feb. 11, 2014

Vinificatori di qualità e di solidarietà

Un segnale di speranza

Terre Grecaniche aderisce a Reggio Libera Reggio, cartello di imprese, singoli professionisti, associazioni, cooperative e consumatori che svolgono la loro attività a Reggio Calabria e provincia e che ha l'obiettivo di definire una strategia che possa comprendere concrete iniziative di contrasto alle attività della 'ndrangheta ed in modo particolare alla piaga del racket.
La cooperativa Terre grecaniche si trova nel lembo meridionale dell’Aspromonte che s’affaccia sul Mar Ionio. E siamo anche al centro di un progetto di solidarietà animato da liberi professionisti e docenti universitari. Ognuno di loro non ha mai lasciato la Calabria ed è impegnato a valorizzare il territorio.
La cooperativa è un segnale di speranza, dato che una parte dei proventi delle vendite è destinata a ricostruire e a dare futuro alle locali comunità territoriali.

Un segnale di speranza

Sul Capo Spartivento

Per realizzare il loro obiettivo, hanno investito esclusivamente risorse economiche personali; quindi acquisito terreni vitati e terrazzati, tre ettari sul promontorio di Capo Spartivento. Il terreno accoglie piante di vite lavorate a cordone speronato e le uve prodotte sono di neretto mascalese, calabrese e alicante, a breve in conversione biologica. A coordinare l'attività, la cooperativa produce 10 mila bottiglie all’anno, è Salvatore Orlando in collaborazione con l’enologo Antonio Zaffina.
La vinificazione è si svolge nella cantina del socio della cooperativa Filippo Brancati a Palizzi, segue una macerazione sulle bucce per una settimana, quindi la pressatura soffice e la fermentazione in acciaio, dove avviene anche l’affinamento. Il vino Aranghìa Rosso è violaceo di di grande concentrazione ed è di buona struttura. La riserva richiede un tempo maggiore di affinamento. E' stato prodotto uno chardonnay alle quali viene aggiunta una percentuale di uve autoctone guardavalle, coltivate fronte al mare a circa duecento metri di altitudine.
 

Sul Capo Spartivento