Un Castello tra le colline del Chianti Classico

di Leonardo Felician
Aprile 19, 2019

L’emblema del Gallo Nero svetta alto e possente su Gaiole in Chianti

home-CCCollection.jpg

 

Metaforicamente, l’emblema del Gallo Nero svetta alto e possente su Gaiole in Chianti, il paese in provincia di Siena con dolci colline che digradano verso la valle del fiume Arbia: è uno dei borghi più importanti per la produzione del Chianti Classico, un territorio non molto esteso, solo otto comuni equamente suddivisi tra le province di Firenze e Siena, ma unico dal punto di vista naturalistico, storico e artistico, che all’estero spesso viene considerato sinonimo del vino italiano. I confini geografici di queste terre, patria di nobili e contadini, furono originariamente stabiliti addirittura nel 1716 con un bando del Granduca di Toscana Cosimo III.

 

47099259_1474640219305589_1070449164631932928_o.jpg

 

All’inizio del ‘900 la notorietà del vino Chianti suggerì ai produttori di fondare il “Consorzio per la difesa del vino tipico del Chianti e della sua marca d’origine” per tutelarne la produzione. Nel 1924 nacque così il simbolo del Gallo Nero, storico emblema di un’antica Lega Militare nelle innumerevoli battaglie di campanile tra Firenze e Siena. Il Gallo Nero è riprodotto anche da Giorgio Vasari nella sua “Allegoria del Chianti” sul soffitto del Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio a Firenze.

 

Meleto7.jpg

 

La sistemazione definitiva dei territori di produzione arrivò nel 1932 con la Denominazione di Origine Chianti Classico accanto alla celebre etichetta del Gallo Nero: oggi i 7.000 ettari di vigneti iscritti all’Albo della DOCG  rendono questa zona una delle più importanti denominazioni d’Italia e – insieme con il prosecco - la più nota all’estero.

 

meleto;vinoecibo_mario stramazzo.jpg

 

Il maestoso Castello di Meleto si trova nel cuore del Chianti Classico e riunisce le attività di azienda agricola e di elegante agriturismo con enoteca. I terreni circostanti il Castello hanno un’altimetria media tra i 350 e i 450 metri sul mare e ciò determina nelle calde estati toscane forti escursioni termiche tra giorno e notte, ideali per lo sviluppo degli aromi ed il mantenimento della freschezza dell’uva. I vitigni sono in prevalenza il sangiovese, cui si aggiungono alcuni altri autoctoni toscani come la malvasia nera, il canaiolo e il vermentino.

 

MeletoCa.PNG

 

L’azienda vinifica soltanto le migliori uve dei propri terreni, estesi su 160 ettari e ne ricava una linea di numerosi vini eleganti e strutturati come il Chianti Classico Meleto, un sangiovese in purezza della tradizione, invecchiato in grandi botti.

 

 

Castello di Meleto - Gaiole in Chianti (SI)  -  Tel. 0577 749217  -  Email info@castellomeleto.it    www.castellomeleto.it

 

vini castello di meleto _vinoecibo_chianti classico.jpg