Saccola Day con la Durella a far da ancella

di Vinoecibo
Nov. 7, 2019

Al centro e protagoniste di P.A.T.R.I.M.O.N.I.O.,  un programma di valorizzazione del territorio e delle perle enologiche 

image.jpg

 

E' per giovedì 14 novembre, in quel di Ca' del Daolo a Badia Calavena in provincia di Verona il convegno finale relativo al progetto P.A.T.R.I.M.O.N.I.O realizzato grazie al Gal Baldo Lessinia e la società agricola Sandro De Bruno in attuazione del Programma di sviluppo rurale per il Veneto 2014-2020 . Nel corso dell'incontro si affronteranno temi e questioni dell'inimitabile patrimonio che questa parte del Veneto a cavallo fra le province veronesi e vicentine, i Monti Lessini, offrono non solo in tema ambientale e paesaggistico ma soprattutto alla cosidetta vitivinicoltura eroica. Fatta cioè di produzioni enoiche legata all'autoctona Durella, dal quale i vignaioli ricavano uno dei più originali spumanti italiani, sia con il metodo classico che Martinotti, ma anche di varietà riscoperte e degne di essere valorizzate. Dopogli indirizzi di saluto del sindaco di Badia Calavena , Emanuele Anselmi e di Ermanno Anselmi , presidente Gal Baldo Lessinia e del presidente del Consorzio Lessini Durello, dalle 17.00, la parola toccherà ai relato Stefano Valdegamberi con il tema “ Le vigne di Badia tra storia e memoria”; Ermanno Murari con “ Le nove vite della Durella”; Emanuele Tosi con “ La Saccola : un vitigno ritrovato” ; Aldo Lorenzoni “ La Saccola : patrimonio di Badia” ; Giuseppe Carcereri “ Dall'uva ai vini “ e Chiara Mattiello con la relazione concusiva : “ per un ecomuseo diffuso in Lessinia” . Infine assieme ai piatti del territorio brindisi e degustazione degli inimitabili risultati enologici delle generosissime e autotcone uve proatogoniste, con il territorio della serata.

 

saccola days.jpg