Umbria

Rubesco Fra I Migliori Ricordi Della Gioventù

di Il Merlo Parlante
Marzo 15, 2014

Rubesco fra i migliori ricordi della gioventù,Primo fra i vini rossi dell'Umbria secondo Luca Maroni,Lungarotti

Piacevolezza 96/100

Lungarotti è il miglior produttore di vino dell’Umbria e il Rubesco Riserva Vigna Monticchio 2008 il miglior vino rosso della regione. Ad affermarlo è Luca Maroni che incorona l’azienda di Torgiano regina dell’Umbria nel suo Annuario 2014. presentato nell'ambito della rassegna dei “Migliori Vini della Regione Umbria”, in programma fino al 16 marzo al Palazzo del Popolo di Orvieto. L’azienda fondata nel 1962 da Giorgio Lungarotti con i suoi 250 ettari vitati tra Torgiano e Montefalco, 2 cantine, 21 etichette e 2,1 milioni di bottiglie prodotte, è risultata il miglior produttore secondo l’indice quali-quantitativo totale della regione Umbria messo a punto da Luca Maroni che al termine delle degustazioni ha individuato nel Rubesco Riserva Vigna Monticchio 2008, il miglior vino rosso dalla Regione con un indice di piacevolezza di 96/100 punti. Già premiato nella classifica dei Supervini italiani del 2013 (l’annata 2007 della Riserva si è aggiudicata il terzo posto), il Rubesco Riserva Vigna Monticchio diventa così l’ambasciatore dell’eccellenza umbra in Italia e nel mondo. Nella sua versione base, il Rubesco è il vino Lungarotti più diffuso con circa 500mila bottiglie l’anno di produzione media in 45 Paesi del Mondo.

Piacevolezza 96/100

Who is Luca Maroni

Chi è Luca Maroni : nasce a Roma, il 19 settembre 1961, si diploma al liceo classico quindi si laurea “con lode” in Economia e Commercio nel 1986. Attività editoriali: tra il 1987 e il 1989 collabora con Luigi Veronelli, scrive articoli per “L’Etichetta”, quindi realizza “Ex Vinis” – il primo newsletter italiano – rivista di cui è direttore responsabile dei primi 4 numeri. Nel settembre del 1990 fonda la sua casa editrice, la LM edizioni, creando la rivista The Taster of Wine, periodico per conoscere e apprezzare il vino e la degustazione. Nel 1993 realizza la prima edizione dell’”Annuario dei Vini Italiani“, un rapporto sulla produzione vinicola delle migliori aziende italiane giunto oggi alla ventunesima edizione. Nel 1994 porta a termine una ricerca quinquennale sulla relazione esistente tra la composizione chimico-fisica del vino e il suo comportamento sensoriale. Riesce in pratica a determinare in una formula la struttura chimica della piacevolezza del vino. La riproducibilità tecnica di una data piacevolezza é quindi finalmente possibile – come da anni per il resto dell’alimentare – anche per il vino. Da quell'anno in poi , se siamo riusciti a stimolare la vostra curiosità, qui trovate tutte le altre sue innumerevoli attività fino ai giorni nostr. Non ultimo, appunto, il suo annuario che ha premiato come miglior produttore umbro le cantine Lungarotti.

Vino che da Merlo Parlante sempre curioso e che talora accompagna qualche redattore di VinoeCibo, gustai per la prima volta nel 1971, durante una "gita scolastica" in terra umbra e dopo che in casa Lungarotti, per questo vino, avevano cominciato a fioccare i primi ordini dal mercato internazionale. Un vino rosso piacevolissimo che a quel tempo aveva nel Torre di Giano, il suo compagno d'avventura in veste bianca. Due nomi che, ai Lungarotti, hanno portato meritata fortuna.

Who is Luca Maroni