Veneto

Oltre Il Buio C'È Il Prosecco

di Orfeo Meneghetti
Nov. 10, 2013

Oltre il buio c'è il Prosecco

Tante sensazioni degli enonauti alla degustazione della cantina Siro Merotto

Con gli occhi occlusi da una vezzosa fascia di seta colorata, e replicando l’immagine della dea bendata, la fortuna, a differenza di essa non hanno sparso soddisfazione e gioia tra gli umani, ma il premio finale hanno cercato di guadagnarlo per se stessi. Il successo c’è stato, ieri alla cantina di Siro Merotto a Farra di Soligo (Tv). Nel cuore del Prosecco Conegliano Valdobbiadene Docg a Col San Martino l’azienda ha messo in degustazione le sue eccellenze: lo “spumante” e il “tranquillo”. Due anime vinicole diverse, che esprimono il meglio sia nella naturale pacatezza, sia nel vigore delle bollicine.
Per rendere le degustazioni più divertenti, è stato programmato un concorso a premi durante il quale sono stati assegnati dei cofanetti contenenti delle bottiglie di Prosecco in edizione limitata attraverso dei "blind taste".Gli ospiti bendati si sono concentrati sulle loro sensazioni al buio, senza farsi favorire dalla vista ed hanno interpretato il vino.
L’Azienda Siro Merotto nasce nel 1960. I fondatori sono Giovanni e il figlio Siro. L’azienda è gestita da Nicola e Mirko, i figli di Siro che coltivano i vigneti di proprietà situati sulle colline di Col San Martino. Le uve sono raccolte a mano per preservarne la qualità che otteniamo lavorando i nostri vigneti nel modo più naturale e organico possibile. In cantina si seguono i metodi tradizionali. Il vino è affinato per lungo tempo sule sue basi e i lieviti, in modo da ottenere il giusto equilibrio tra acidità, mineralità e struttura. La rifermentazione delle basi avviene a basse temperature per esaltarne l'eleganza e creare un fine perlage. Inoltre l’azienda sfrutta l'energia prodotta da impianti fotovoltaici che permettono la piana indipendenza energetica nel rispetto dell’ecosistema ambientale.  E mail  info@comunicazionelive.it.