Sicilia

Menfi Inizia La Vendemmia Con Il Vineyard

di Orfeo Meneghetti
Ago. 11, 2014

Menfi inizia la vendemmia con il Vineyard

Un appuntamento per conoscere la cantina Settesoli e la Sicilia sud orientale

Tutto è pronto a Menfi (Ag) per il Mandrarossa Vineyard tour. Dal 29 al 31 agosto un programma di animazione consentirà, a enoturisti e appassionati della natura, di partecipare alla vendemmia insieme ai vignaioli della comunità Mandrarossa e scoprire uno degli angoli più affascinanti della Sicilia attraverso le escursioni eco-friendly. Le sue origini del comune sono antichissime, e sono riconducibili agli arabi. Nel XVII secolo divenne uno dei possedimenti della famiglia Tagliavia Aragona, che ebbe un ruolo centrale nello sviluppo sociale ed economico di Menfi. Nel 1968 la città fu duramente colpita dal terremoto del Belice, che distrusse gran parte del centro abitato. Oggi il centro dell'agrigentino è conosciuto come la “Città del Vino e del Mare pulito”. E' meta di numerosi turisti e amanti dell’enogastronomia e della natura incontaminata.
Menfi è al centro di questo triangolo d’oro della viticoltura siciliana, lungo le coste della Sicilia sud occidentale, dove i filari arrivano a lambire il mare. Da oltre mezzo secolo qui è nata una realtà cooperativa, la cantina Settesoli, a cui fa capo un unico vigneto che negli anni si è esteso fino a comprendere oggi circa 6 mila ettari vitati tra Menfi, Montevago e Santa Margherita Belice. La cantina è la più grande azienda vitivinicola siciliana, con i suoi 2mila soci, quattro stabilimenti, una capacità lavorativa di circa 500mila quintali di uve all’anno, una produzione di 22 milioni di bottiglie di vino. La Settesoli produce: Nero d’Avola, Grecanico, Fiano, Viogner, Chardonnay, Cabernet Sauvignon Syrah e Merlot.
Oltre alla vendemmia i visitatori potranno partecipare ad un programma di visite eco-friendly nelle zone di interesse storico e artistico del territorio. Non mancherà l'appuntamento con la cucina del territorio preparata dalle casalinghe di Menfi, una ventina attente e appassionate alle tradizioni gastronomiche, guidate da Bonetta Dall’Oglio.
I visitatori potranno anche andar per mare con i gommoni per ammirare la costa, spingendosi fino ai templi dorici di Selinunte. A cavallo potranno raggiungere i suggestivi vigneti di contrada Stoccatello, fino al rigoglioso bosco del Magaggiaro.
Meritano una visita la Contrada Urra di Mare, la Riserva delle Solette, che si estende per circa 25 ettari sino ad arrivare a Porto Palo, la Riserva Naturale Orientata del Fiume Belice di 130 ettari, la spiaggia Capparina con le sue palme nane, i gigli marini e i narcisi, e quella di Maragani, dove è possibile incontrare le tartarughe marine.
Info www.vineyardtour.it