Toscana

Le Macchiole Di Bolgheri

di Marco Meneghetti
Gen. 8, 2015

Le Macchiole di Bolgheri ,Cinzia Merli Campolmi e i suoi vini,

Il made in Italy da sempre è sinonimo qualità

Inutile negare che è stata questa qualità del fatto in Italia che ci ha permesso, in tempo di crisi, di tenere a galla la nostra economia grazie all'esportazione. Ma la qualità non è solo il frutto di un lavoro certosino e maniacale, ma anche di cuore e anima. Lo stesso che ha permesso all'azienda "Le Macchiole" di Bolgheri di uscire dai confini nazionali e imporsi in un mercato competitivo come quello globale. Tutto parte da un desiderio di Eugenio: vivere in armonia con la terra e ottenere un grande prodotto rispettando la vite. Si inizia così una progettazione dei vigneti accorta, impiantando in pochi ettari diverse varietà con lo scopo di trovare la sua migliore interpretazione del territorio.
Nel 1991 l'incontro con l'enologo Luca D'Attoma, che condivide subito l'idea dell'azienda: creare vini eleganti e profondi. Con la scomparsa di Eugenio è Cinzia a prendere le redini. Con coraggio e determinazione, porta avanti il sogno del marito avvalendosi di una squadra vincente che porta" Le Macchiole" ai più importanti riconoscimenti a livello mondiale.

Il made in Italy da sempre è sinonimo qualità

Paleo Rosso gioiello di famiglia

Sin dall'inizio "Le Macchiole" si distingue per la scelta di investire nella ricerca in vigneto prima ancora di progettare la cantina. Tutti questi sforzi portano "Il Paleo Rosso I.G.T. Toscana", negli Emirati Arabi nel 2015. L’etichetta, punta di diamante della storica cantina "Le Macchiole" di Bolgheri, sarà tra i 15 migliori vini italiani selezionati per essere ambasciatori del nostro Paese a Dubai. La lista dei “trendiest wine” per l’anno che verrà è stata redatta dalla sommelier Delphine Vessière, giornalista per il gruppo RCS e editore della pubblicazione Winepicker. I vini sono stati presentati in occasione di una cena di gala guidata dallo chef stellato Gennaro Esposito, nell’ambito dell’ “Italian Cuisine World Summit”, l’evento che con i suoi 40 cuochi ospiti di 20 grandi ristoranti italiani di Dubai, 6 anni di storia e 2500 professionisti del food & wine, è il maggior teatro di promozione della cucina e del "lifestyle" italiani negli Emirati Arabi. "Il Paleo Rosso 2010" sarà dunque tra i 9 vini rossi, 4 bianchi e 1 bollicina delle più prestigiose cantine, dal nord al sud dell’Italia, che nel 2015 faranno tendenza nel mondo arabo e porteranno in alto il made in Italy.

Paleo Rosso gioiello di famiglia