Sardegna

La Sardegna In Un Liquore

di Marco Meneghetti
Giugno 26, 2015

La Sardegna in un liquore

Il Mirto è uno dei prodotti tipici sardi

Definita come i Caraibi italiani, la bellissima Sardegna, in comune con le famose terre d'oltreoceano, vanta un mare dalle sfumature uniche che lambisce magnifiche spiagge di sabbia bianca e finissima che si alternano ad impervie rocce che racchiudono calette incantevoli e remote. Ad un mare dalle attrattive irresistibili, si affianca un entroterra ricco di storia e di testimonianze architettoniche di epoche lontanissime.
In tema di vegetazione il l mirto è certamente una delle piante più caratteristiche e rappresentative della vegetazione sarda e da sempre viene apprezzato per le sue elevate proprietà terapeutiche. Ma in molti lo identificano con il liquore che ne viene ricavato e che, ormai, è diventato uno dei prodotti più conosciuti, apprezzati ed acquistati della tradizione sarda. Nel XiX secolo in molte famiglie si diffuse l'usanza di far macerare le bacche di mirto in una miscela di alcol e acqua, in acquavite o nel vino per ottenerne il cosiddetto vino di mirto.
Il liquore di mirto deve parte del proprio successo all'opera di tutela e di valorizzazione intrapresa dall'Associazione Produttori Mirto di Sardegna, nata nel 1994 proprio con lo scopo di promuovere e preservare la tradizione legata alla produzione della bevanda. Grazie all'associazione, oggi il mirto vanta una propria denominazione e un disciplinare di produzione.
E' prodotto nella versione scura, (chiamata mirto rosso) oppure chiara (chiamata mirto bianco) ottenuta dalla macerazione di bacche depigmentate oppure di foglie di giovani germogli. Il Mirto deve le sue caratteristiche distintive all'azione degli antociani contenuti nella buccia, dei tannini contenuti nella polpa e in alcuni elementi volatili che contribuiscono a conferire l'aroma. Se gli antociani sono i responsabili del colore della bevanda, i tannini ne determinano, invece, il particolare gusto astringente. Nell'ambito del processo di produzione, invece, è la fase di invecchiamento ad influire in maniera sostanziale sulle caratteristiche della bevanda che, se lasciata maturare per due mesi, presenta un colore nero violaceo ed un gusto più astringente, se fatta riposare per diversi mesi è caratterizzata da sfumature che virano verso il rosso rubino e da un gusto più amabile, dolce e vellutato.
 
 
 
 
Il Mirto è uno dei prodotti tipici sardi