La purezza e vitigni autoctoni in Romagna

di Leonardo Felician
Giugno 21, 2019

In quel di San Vittore lungo il grande itinerario E45 che valica l’Appennino per entrare in Toscana

1.jpg

 

San Vittore è un paese sulle prime colline a pochi chilometri a sud-ovest di Cesena, di cui è una frazione, lungo il grande itinerario E45 che valica l’Appennino per entrare in Toscana. Qui Tenuta Colombarda si dedica a una viticoltura di precisione nel rispetto dell’ambiente mettendo in atto un’attenta gestione del vigneto e delle cantine con tecnologie d’avanguardia. Negli anni si è lavorato per mettere in relazione le varietà autoctone con la particolarità del suolo dei colli romagnoli. Ogni varietà è vinificata in purezza e in acciaio in modo da preservare i migliori tratti del vitigno, con trattamenti che sono ridotti al minimo indispensabile.

 

2.jpg

 

Tenuta Colombarda, attualmente di proprietà delle famiglie Dionigi e Agostini, ha una lunga storia che risale alla seconda metà del XIX secolo. Si compone oggi di tre corpi aziendali per un totale di 50 ettari fra vigneti, oliveti e boschi. I 23 ettari di vigneti DOC esposti prevalentemente a sud/sud-ovest danno uve di qualità con una buona resa di 90-100 quintali per ettaro grazie al terreno argilloso-tufaceo.

 

 

3.jpg

 

Già intorno al 1940 nacque la cantina per poter curare direttamente anche la vinificazione delle uve prodotte. Con il passare del tempo le prime rudimentali attrezzature sono state sostituite da altre più moderne: il vino così ottenuto è un connubio tra tecnologia e tradizione per un prodotto genuino e di alta qualità. Particolare attenzione è stata rivolta nell’ultimo decennio alla conversione a vigneto di terreni collinari abbandonati o investiti a seminativi, sottraendoli così all’erosione operando importanti sistemazioni idrauliche ed agrarie.

Albana tra i bianchi e Sangiovese tra i rossi sono i vitigni più caratteristici del territorio, ma nell’elenco delle otto etichette prodotte spicca anche il Pagadebit, un nome curioso per un piacevole bianco ottenuto da sole uve bombino in purezza. L’azienda produce anche un interessante blend di Cabernet e Merlot dall’etichetta Dioniso, vinificato in acciaio con un leggero passaggio in botte grande. E’ un vino profumatissimo e armonico tra il frutto e il legno. Al palato si presenta di medio corpo, morbido e fresco: va abbinato a carni rosse, arrosti, cacciagione e formaggi stagionati. E’ un vino che sa farsi apprezzare anche nei concorsi, perché ha vinto la medaglia d’argento al Gran Premio Internazionale del Vino MUNDUS VINI 2018.

 

Tenuta Colombarda   Via Rio Acqua 140, San Vittore di Cesena (FC)   Tel. 0547 663688  www.colombarda.it