Veneto

In Un Sol Bianco Si Declina L'Azienda Merotto

di Orfeo Meneghetti
Ott. 17, 2014

In un sol bianco si declina l'azienda Merotto

La cantina di Farra di Soligo lancia un nuovo bianco:frizzante, morbido e di pronta beva

“Versa il vino!Eccellente Marzemino” Nell'opera scritta da Mozart così comanda Don Giovanni al servo Leporello, pregustando l'abbinamento con un poderoso fagiano. Due secoli più tardi il vino diversamente vinificato è diventato compagno ideale per i dolci. A fine ottocento con la scoperta di Federico Martinotti direttore dell'istituto sperimentale per l' enologia di Asti s'è iniziato a produrre un vino a tutto pasto. E' il caso del Il Prosecco che racchiude quest'identità. Le bollicine sono lievi e allegre, non pretendono degustazioni complicate e non accettano di essere dimenticate in cantina. La maggior parte dei bini spumanti o mossi, nel giro di pochi mesi smarrisce il meglio di sé.
E se di Processo vogliamo parlare, non possiamo dimenticare il territorio felix di queste bollicine: il trevigiano. A Farra di Soligo (Tv) nella cantina Siro Merotto si produce un Prosecco facile, ma non banale. La spuma e il non troppo alcol che la sostiene pulisce la bocca senza coprirne i sapori. E' la spumantizzazione che fa la differenza. Talora si usano le scorciatoie della gassificazione. L'enologo Nicola Merotto, non transige: la rifermentazione in autoclave, e così agendo si mantengono inalterati i profumi dei vitigni aromatici dei sette ettari di vite che l'azienda coltiva.
Una storia familiare quella della Merotto che ha inizio tre generazioni fa con Giovanni che decide di iniziare l’avventura nel vino. E sceglie di partire da un vigneto a Col San Martino la frazione di Farra. Quando il figlio Siro entra in azienda completa la proprietà, con l'acquisto di un vigneto poco lontano: sette ettari complessivamente ovvero quelli gestiti attualmente dall'azienda. I Merotto restano negli anni fedeli al principio di una coltivazione sana e gioiosa della vigna. Grande lavoro di preparazione, sviluppo e cura della vite e dell'uva con pochi interventi e tutti realizzati senza l'impiego della chimica.
Un'azienda dinamica e giovane che cambia passo con l'arrivo di Mirko e Nicola. Ecco allora la proposta di un vino frizzante, morbido, ma non dolce e beverino. È prodotto in purezza con uva Glera dei vigneti di collina, curati direttamente dall’azienda Merotto con metodi naturali. Al vino, però mancava il nome. I Merotto hanno pensato alla formula del coinvolgimento della rete. Nel sito di contest creativi “YouCrea” una delle “call” più visitate è quella di una cantina trevigiana, la Merotto. Che ha pensato di attingere al genio dei maghi della grafica via web per lanciare sul mercato il nuovo prodotto. Ha vinto un ragazzo di Genova con quaternaria espressione “In un sol bianco”. E sull'onda partecipativa è stata già varata l'etichetta del nuovo prodotto. 

Nella foto da destra Nicola e Mirko Merotto
La cantina di Farra di Soligo lancia un nuovo bianco:frizzante, morbido e di pronta beva