Puglia

I Nuovi Salentini Fra Tradizione E Sperimentazione

di Orfeo Meneghetti
Feb. 2, 2013

Negramaro, Primitivo e Malvasia

Botti di rovere per il Vigna Mazzi

L’azienda vinicola Rosa del golfo di Alezio (Le), ha proposto la nuova Linea top, che rappresenta l’eccellenza della produzione della cantina Salentina, con i vini considerati d’élite. La linea top è un nuovo concetto di “vivere” i vini, ed è stata presentata al pubblico in una rinnovata veste: etichette nuove a testimonianza di come l’azienda voglia percorrere con entusiasmo questo nuovo percorso produttivo. Collocati nella fascia alta anche da un punto di vista commerciale, le due nuove proposte riguardano i “grand cru” Rosa del Golfo il rosso Quarantale e un rosato Vigna Mazzì. Il Quarantale è un vino elegante e strutturato, che vuole reggere il confronto con i grandi vini del mercato internazionale. Realizzato con Negramaro, Primitivo e Malvasia nera, vinificati separatamente, è invecchiato un anno in barrique nuovi, e altri 12 mesi in bottiglia prima di raggiungere l’eccellenza ed essere pronti per l’assaggio. Il Vigna Mazzì, realizzato con Negramaro ed una punta di Malvasia nera, è un rappresentante unico nella categoria dei Rosati, in cui si uniscono e si sposano sperimentazione e innovazione. Dopo aver superato la fase della fermentazione a freddo, tipica degli anni ’80, ed essere passati a quella a temperatura controllata. Il Vigna Mazzì è frutto di una sperimentazione. Il vino rimane in botti di legno come un tempo, tanto da risultare il primo rosato italiano realizzato in questo modo. La provocazione sta nel voler dimostrare, di poter realizzare un grande rosato, longevo e perfettamente compatibile con le botti in rovere.Sia da un punto di vista commerciale sia come immagine dell’azienda, Rosa del Golfo punta con decisione su questi due prodotti” - ha dichiarato il Presidente Damiano Calò - “il Quarantale ed il Vigna Mazzì rappresentano il territorio al meglio e sono rivolti ai grandi appassionati e all’alta ristorazione”.