Veneto

El Gato Il Rosso Di Punta Dei Toniolo

di Marco Meneghetti
Ago. 4, 2015

El gato il rosso di punta dei Toniolo

L'azienda vitivinicola svolge l'attività alle pendici del monte Cimisella dall'inizio del secolo scorso

Il territorio dei Colli Euganei è patria del buon vino. Storie che raccontano l'amore per la terra e il nettare di Bacco. Storie di persone legate alle tradizioni e al "convivium" dove indenni passano le generazioni. La famiglia Toniolo non fa eccezione. La passione tramandata da padre in figlio resta intatta così come voglia di migliorarsi. I primi anni del secolo scorso videro la nascita dell'azienda, quando nonno Antonio avviò la coltivazione della vite in un territorio ove questa coltura era poco presente.
Già a quei tempi, con le apposite botti alloggiate sul carro trainato dai buoi, commerciava il vino da lui prodotto, rifornendo i più rinomati locali del capoluogo patavino.
Negli anni l’attività vitivinicola si espanse, assumendo un carattere specialistico, grazie al figlio Attilio, il quale realizzando consistenti opere di bonifica idraulica e agraria, con mirate sistemazioni agronomiche, portò l’azienda all’attuale configurazione.
Una passione per il vino che si tramanda di padre in figlio da quasi un secolo, e che Flavio, conduttore da alcuni decenni dell’azienda, ha raccolto.
Tradizione e innovazione tecnologica si fondono alle pendici del Monte Cimisella, nel Comune di Galzignano Terme (Pd), dove si trova l'azienda.
L' obiettivo di Toniolo è migliorare continuamente il livello qualitativo dei vini, tanto che si occupa personalmente di ogni fase del processo produttivo, sino alla commercializzazione del prodotto finito.
L'azienda è a conduzione familiare: Flavio, la moglie Loredana e i figli Elisa e Enrico, ciascuno adempie a compiti precisi, in relazione alle proprie passioni, attitudini e percorsi formativi.
Dedizione per il lavoro, competenza e professionalità sono gli elementi che caratterizzano il modo di operare dei Toniolo. Pochi i vini, ma di qualità, Tre rossi e altrettanti bianchi, ca cui uniscono un rosato, il Moscato fior d'arancio e il Prosecco. Non mancano le grappe proposte in tre versioni,
Una curiosità il merlot "Del Gatto" è un vino a cui Flavio è molto legato. Durante gli anni della formazione scolastica ogni alunno aveva un soprannome. A Flavio toccò "El gato" per i suoi riflessi pronti e l'agilità che palesava. Ricordando quei tempi spensierati, ha creato un vino da bere in compagnia ricordando con leggera nostalgia i tempi in cui si era spensierati e pieni di energia, in una parola: giovani.  
L'azienda vitivinicola svolge l'attività alle pendici del monte Cimisella dall'inizio del secolo scorso