Veneto

Ca' Orologio Natura Vino E Donna

di Orfeo Meneghetti
Aprile 18, 2016

Ca' Orologio Natura vino e donna

La Rosellini produce vini biodinamici

Maria Gioia Rosellini è la dame du vin. Donna intelligente, attiva, colta ama dedicarsi con passione istintiva alla cucina e alle sue preparazioni ama accompagnarle con ottimi vini. Questa la regola aurea della Rosellini. Ecco allora la scelta di acquistare Ca'Orologio un immobile di pregio che domina una delle porte d'entrata di uno dei comuni dei colli Euganei: Baone (Pd). Passione per la natura e contatto con l'ambiente l'hanno spinta sostenuta dal marito Nicola Pagnan a entrare in punta di piedi nel mondo dell'enologia. L'operazione è una sfida contro chi non vuole le donne dedite alla viticoltura.
La titolare di Ca'Orologio entra nel suo vigneto, due ettari, passeggiandovi in lungo e in largo, studiando la fisionomia del paesaggio intorno, e la direzione e la qualità del vento. Inizia a spiare sul colle l'ora e il progredire delle ombre e l'architettura delle case circostanti. Parla con i vinificatori locali e acquisisce nozioni passeggiando nelle cantine, scrutando le connessure delle botti e fiutando il fino che fermenta. Non applica tutti i ritrovati moderni delle viticoltura e dell'enologia. Si affida alla buona volontà di Giulio, un giovane trentino, che sbarca a Baone per uno stage prima delle laurea in enologia.   
La Rosellini produce vini biodinamici

Calaone un rosso per intenditori

Innamorata delle sue piante di Raboso e Barbera la Rosellini e decisa produrre meglio ma nel rispetto dei principi fissati dalla natura. Incontra e si forma, per due anni, alla scuola dell'agronomo biodinamico Leonello Anello. E' il recupero dei saperi antichi e fertilizzazioni col corno letame, mentre aumenta la dimensione del vigneto. Produrre il vino non è un impresa semplice. A Ca'Orologio s'inizia con i lieviti autoctoni, cioè quelli naturalmente presenti nel vigneto. Una pratica che è considerata tradizionale e persino romantica. I lieviti sono trasportati da un luogo all'altro dal vento e dagli insetti, pertanto le specie sono in continuo cambiamento. In questo modo si corre il rischio della presenza di specie poco utili e produttive alla fermentazione che producono quantità eccessive di sostanze indesiderate, come l'acido acetico e altri elementi tali da compromettere la stabilità del vino. A Ca'Orologio si vinifica nei rispetto dei comandamenti della biodinamicità. La cantina non è grande e quindi per restringere il campo e scegliere il lievito autoctono che consente l'avvio della fermentazione la Rosellini sbaracca la lavanderia, luogo non contaminato e utile al suo scopo. Che raggiunge nell'annata 2007. Intanto sui dolci declivi si continua a coltivare la vigna con attenzione e a rinnovare ogni biennio il cotico erboso del vigneto ogni due anni facendo crescere rucola e agli orsino. La raccolta dell'uva è eseguita manualmente, la pressatura è dolce e non sono lunghi i tempi di macerazione.
Da questo processo nasce il colli Euganei rosso Doc Calaone: Merlot 60 per cento, Cabernet 35 e Barbera 5. Una creatura enologica per nulla semplice, rosa da mani esperte di contadini, nasi sapienti e palati eruditi. La vite cresce su terreno vulcanico ed è trattata con solfato di rame, zolfo e preparati biodinamici. La concimazione del terreno è eseguita con sovescio e leguminose. La fermentazione malolattica e l'affinamento avviengono in piccole botti per diciotto mesi e successivamente in vasca per sei e poi affina in bottiglia. E' un vino prodotto da una donna saldamente ancorata alla viticoltura storica del proprio territorio pronta a misurarsi con continue migliorie senza avere tra le mani il piacione Chardonnay buono in ogni occasione a tutte le latitudini.   
Calaone un rosso per intenditori