Autoctono si nasce...

di Vinoecibo
Gen. 9, 2019

Go Wine inaugura l'anno 2019 a Milano all'Hotel Michelangelo

Hotel-Michelangelo-Slider-2-1400x600.jpg

 

L'associazione Go Wine inaugura l'anno 2019 a Milano con l'ormai tradizionale appuntamento dedicato ai vini autoctoni italiani: una serata di degustazione che raggiunge a gennaio il traguardo della undicesima edizione. Sarà possibile conoscere ed apprezzare una selezione importante di vini da vitigni autoctono, con un panorama di etichette articolato e dando voce a varietà da scoprire. Il riferimento è legato al libro "Autoctono si nasce..." pubblicato anni fa da Go Wine Editore e ad altre iniziative che hanno sempre visto l'associazione privilegiare la cultura e la comunicazione a favore dei vitigni-vini di territorio. Nelle sale dell'Hotel Michelangelo sarà presentato un banco d'assaggio con una qualificata selezione di aziende italiane direttamente presenti; un'enoteca completerà il panorama della degustazione.

 

vini-wine-etna-carricante-02.jpg

 

Il costo della degustazione per il pubblico è di € 20,00, Riduzione per i soli soci Go Wine € 13,00 L'ingresso sarà gratuito per coloro che decideranno di associarsi a Go Wine direttamente al banco accredito della serata (benefit non valido per i soci familiari). L'iscrizione sarà valevole fino al 31 dicembre 2019. Per una migliore accoglienza è consigliabile confermare la presenza ed il numero degli accompagnatori a Go Wine, telefonando al n°0173/364631 oppure inviando una e-mail a stampa.eventi@gowinet.it entro le ore 12 di giovedì 24 gennaio p.v..

 

_0002s_0001_vitigni .jpg

 

Al banco d'assaggio

Baldissero – Treiso (Cn); Balocco Ugo – San Marzano Oliveto (At);
Beltramo Marco – Barge (Cn); Bugno Martino – San Benedetto Po (Mn);
Ca ed Curen – Mango (Cn); Cà Ronesca – Dolegna del Collio (Go);
Cantina Colle Ciocco - Montefalco (Pg); Cantina Frentana – Rocca San Giovanni (Ch);
Cantine Spadafora – Mangone (Cs); Casa Maschito – Maschito (Pz);
Cascina Castlet – Costigliole d'Asti (At); Consorzio Club Buttafuoco Storico – Canneto Pavese (Pv);
Conte Collalto – Susegana (Tv); Marisa Cuomo – Furore (Sa); De Tarczal – Isera (Tn);
Della Seta – Montepulciano (Si); Conte Otto Barattieri - Vigolzone (Pc);
Fattoria di Corsignano – Castelnuovo Berardenga (Si); Fattoria Paradiso – Bertinoro (Fc);
Fattoria San Lorenzo – Montecarotto (An); Fausta Mansio – Siracusa;
Faverzani – San Colombano al Lambro (Mi); Fiamberti Giulio – Canneto Pavese (Pv);
Fruscalzo Bruno – Dolegna del Collio (Go); Gulfi – Chiaramonte Gulfi (Rg);
I Magredi – San Giorgio della Richinvelda (Pn); I Pastini – Locorotondo (Ba);
Il Feuduccio di S. Maria d'Orni – Orsogna (Ch); Le Strie – Teglio (So);
Mancinelli Stefano – Morro d'Alba (An); Marinig – Prepotto (Ud); Murales – Olbia (Ot);
Pileum – Piglio (Fr); Pizzulin Denis – Prepotto (Ud); Poggio – Vignole Borbera (Al);
Ronco dei Pini – Prepotto (Ud); Scubla Roberto – Premariacco (Ud);
Spalletti Colonna di Paliano – Savignano sul Rubicone (Fc); Stanig – Prepotto (Ud);
Su'Entu – Sanluri (Vs); Tamburnin – Castelnuovo Don Bosco (At).

Vite in Riviera ente che raggruppa 25 cantine del Ponente Ligure: ogni cantina sarà presente con un vino

rosè-848x400.jpg