Campania

Pizza Fondazione San Gennaro

di vinoecibo
Feb. 25, 2014

La pizza più buona che c'è a Napoli , Pizza Fondazione San Gennaro

Una pizza scelta dai bambini per il Rione Sanità

Non sarà una pizza a caso ma una pizza concertata dal basso con circa 30 bambini ospiti dei centri diurni del territorio che dopo una lezione sugli ingredienti e le tipologie di pomodoro campano, sono i piccoli artefici della “Pizza Fondazione San Gennaro”. Guidati dalla giornalista enogastronomica Monica Piscitelli, hanno partecipato alle degustazioni di 5 pizze, con ingredienti selezionati, preparate da Ciro, Salvatore e Antonio Oliva, per candidarle a diventare la “Pizza Fondazione San Gennaro”. Alla fine le preferenze sono andate a un pizza simbolicamente forte perché duplice: bianca con la Provola affumicata o rossa con l’aggiunta di un’ombra di Antico Pomodoro di Napoli “Miracolo di San Gennaro” Presidio Slow Food e un centro di Pomodorino Corbarino, ricco di succo. I clienti della pizzeria Concettina ai Tre Santi alla Sanità potranno scegliere, dunque, se vogliono la pizza bianca o rossa ovvero “con o senza Miracolo”. Per celebrare il legame con il proprio Rione, il cornicione della “Pizza Fondazione San Gennaro”, è stato riempito dai pizzaioli di Salame di Napoli, Provola affumicata e delle briciole dei tradizionali taralli “nzogna e pepe” (strutto e pepe) fatti nella Sanità, aggiunti anche al topping.

Una pizza scelta dai bambini per il Rione Sanità

per ogni pizza un euro per i progetti della Fondazione

E’ della chef stellata Rosanna Marziale - che nei giorni scorsi è stata accolta dai ragazzi del quartiere, che l'hanno accompagnata alla scoperta delle bellezze del Rione, tra cui la magnifica Basilica di Santa Maria alla Sanità con le sue suggestive Catacombe - l’idea di aggiungere la golosa croccantezza del tarallo della Sanità alla “Pizza Fondazione San Gennaro”, la prima pizza “eletta dal basso”. La Pizza Fondazione San Gennaro –inserita nella Pizzologia Oliva – contribuisce, a partire dallo scorso lunedì, permanentemente, a finanziare la Fondazione: 1 euro per ciascuna pizza venduta sarà messo da parte per finanziare i numerosi progetti che nel Rione sono stati e saranno portati avanti dalla rete di associazioni, cooperative e volontari contribuiscono alla realizzazione della Fondazione.  I primi fondi raccolti saranno consegnati dagli Oliva in primavera nel corso di un evento con il Rione al quale parteciperà, tra gli altri, proprio Rosanna Marziale.

La Fondazione San Gennaro:
La Comunità Locale del Rione Sanità sta esprimendo in questi ultimi anni una notevole capacità di affrancarsi dal disagio. Soprattutto il terzo settore, costituito in prevalenza dai giovani del quartiere, in questo particolare momento, cerca di superare l'impasse utilizzando la crisi a vantaggio della riscoperta dei valori e delle strategie per innescare il cambiamento partendo dal basso e puntando all'essenza.
La Fondazione di Comunità Locale San Gennaro nascerà nel 2014 per favorire lo sviluppo del territorio:dando stabilità a quanto già realizzato nel Rione; incentivando nuovi ed innovativi progetti; incoraggiando la cultura della responsabilità, della gratuità e della solidarietà; promuovendo l‘intrapresa giovanile; investendo sulla formazione e sullo scambio di risorse e competenze, a tutela anche dell‘identità culturale del territorio. La Fondazione di Comunità locale San Gennaro parteciperà al bando di Fondazione con il Sud, che favorisce la nascita delle fondazioni di comunità locali nel Mezzogiorno.