Loading...

Bistrò da Cici

di Emanuela Sanavio
Aprile 6, 2018

Solo nella magica Venezia 

da cici interno a.jpg

 

Venezia è un museo a cielo aperto. Città che invita a perdersi tra fondamenta, calli e campielli. Un dedalo di pietre e mattoni rossi da scoprire. Il sestriere Dorsoduro offre passeggiate assolate e spettacolari panorami sulla Giudecca oltre a pertugi e sottoporteghi che s’addentrano nel dedalo sconosciuto, e proprio da uno di questi accessi si approda via acqua o passeggiando al nuovo ristorante annesso all’ Hotel La Salute Palace:Dorsoduro,222

 

 

da cici pi.jpg

 

Un’ attenta ristrutturazione dell’intero complesso e un elegante arredamento dai colori sobri e rilassanti nel rispetto del vero stile veneziano connotano questo ristorante tra i più intimi e carini della città nel rapporto qualità-prezzo.

 

da cici acciughe.jpg

 

Stefano Bison racconta con mano felice la sua Venezia. Le trascorse esperienze al The Ritz di Londra o presso La Siriola si riconoscono nelle proposte di grande estetica ma con un profondo rispetto della materia sempre fresca, mai scontata, che segue la disponibilità del mercato. 

 

da cici chef.jpg

 

Un giovane cuoco che fa parte della rinascita culinaria lagunare, propone piatti di classicità e contaminazione, gioca con la cucina fusion in delicate rivisitazioni. Un’ evoluzione gastronomica che non si sbilancia e sa essere confortevole. Il risultato è frutto di ricerca e costante attenzione dalla panificazione alla ricerca del km vero o ai tempi di cottura. Un attento chef che ama definirsi cuoco, che non si sente ancora arrivato e guarda oltre l’asticella.

 

da cici carciofi.jpg

 

La carta propone 4 scelte per ogni voce. Il benvenuto è salmone marinato e affumicato in casa con maionese allo zenzero. Tra glia antipasti ci si lascia tentare dal bruschettone di pane integrale con puntarelle, sgombro e acciughe, così si inizia con un piatto semplice e ben composto, seguito da seppia soffice con carciofi crudi affettati e bottarga di muggine abbinamento riuscito del ferroso vegetale, il delicato mollusco e la sapida bottarga. La buona crema di ceci, guanciale croccante es scampi scalda e ci riporta al cibo essenziale quello della tradizione come il successivo risotto con carletti e gamberi di mazara: un bellissimo piatto dai colori primaverili che risveglia la potenza della primavera e il desiderio di semplicità.

 

da cici scampi.jpg

 

I piatti evocano sempre terra e mare come dentice arrosto, cavolo nero e coste su crema di cipollotto una sequenza di croccante e cremoso, sapido e dolce.

 

da cici riso e gambari.jpg

 

Per addolcire la serata che volge al termine viene proposta una voluttuosa millefoglie di fava Tonka e pere : certo non è una novità ma quando il boccone arriva alle papille il sapore avvolge il palato in una persistente piacevolezza che sa di isole lontane e profumi esotici.

 

da cici pesce rosto.jpg

 

Questa visita avrà delle conseguenze, torneremo! Ricordarsi di telefonare  e prenotare:  tel 0415235404

da cici dolce.jpg