A Posillipo la parola d'ordine è Scottona

di Vinoecibo
Nov. 16, 2019

Trentaquattro coperti in un’ambientazione di tufo, ferro e legno

RAF_5054.JPG

 

E' per domenica 17 novembre ore 18.00, a Napoli in Via Posillipo, taglio del nastro per l’originale ristorante “La Scottona Posillipo”. Frutto del progressivo potenziamento della clientela e del desiderio degli affiatati soci Luca Nettuno, Daniele Matera, Leandro Matera e Fabrizio Broegg, di portare La Scottona anche in altre location patenopee d’élite.

La nuova proposta ristorativa posillipina, nasce tra le mura di una galleria di recupero industriale; trentaquattro coperti in un’ambientazione di tufo, ferro e legno, materiali che si ritrovano anche nell’arredo unitamente a giochi di luce che creano un’atmosfera suggestiva e valorizzano gli elementi archiettonici.

 

RAF_5080.JPG

 

Il nuovo trend “La Scottona Posillipo”, vuole far riscoprire l’ebbrezza di coinvolgere palato e spirito, con deliziose portate e il fascino di un panorama mozzafiato sul mare di Posillipo. A capitanare la cucina sarà l‘intraprendente chef Giusy Di Castiglia supportata dal sous chef Giorgio Comitangelo; la chef ventiduenne arriva da esperienze in strutture di rilievo sia campane che di altre regioni italiane.

“La mia è una cucina introspettiva, fatta di pensieri ed emozioni. - esordisce Di Castiglia - Non vado in giro per il mondo, perché sarebbe troppo semplice prendere nozioni altrove per poi portarle nella mia cucina. Ho scelto un percorso meno agevole, dove approfondisco lo studio dei prodotti locali, che lavoro con estrema naturalezza, ottemperando il concetto dell’ assoluto e puntando alla migliore espressione per i miei piatti. A La Scottona Posillipo, - continua la chef - andrò a valorizzare i cosiddetti scarti dell ‘animale “il quinto quarto “  ,adotterò cotture innovative per alcune tipologie di carne  ,rivisiterò i dessert nelle composizioni e consistenze, inserendone alcuni di mia creazione.”

 

RAF_5017.JPG

 

Al ristorante La Scottona Posillipo, la principale materia prima sarà la carne di capi bovini di scottona proveniente dai pascoli emiliani selezionati da “Nettuno carni 1954”; carne dalla giusta copertura di grasso esterno e magra all'interno con una marezzatura che la rende molto gustosa dopo la cottura. La selezione continua in cucina con ogni singolo ingrediente, esaltato nella cromaticità e nella consistenza, nella cottura e nella tecnica utilizzata dalla chef, per tracciare di pietanza in pietanza un intenso percorso emozionale.  I piatti dell’eclettica chef Di Castiglia racconteranno in chiave moderna le tradizioni del territorio campano e non solo.La Scottona Posillipo, il ristorante che mancava adesso vi aspetta, in uno dei luoghi più panoramici di Napoli, per un’esperienza gastronomica da non perdere.

RAF_5009.JPG

 

La Scottona Posillipo

RAF_5155.JPG