Loading...

Breslavia la città che non dorme mai

di Tiziano Argazzi
Giugno 19, 2017

Nella città che vive di cultura, buon cibo  e divertimento

 

Per terminare il nostro viaggio, va ricordato che a Breslavia, nei weekend la “movida” infiamma la città per tutta notte. La zona del divertimento è concentrata nel “Pasaz Niepolda” un’area piena di locali, discoteche, club privati e pub con spazi all’aperto che all’estate sono stracolmi di giovani.Ma la città si fa notare anche per la gastronomia di eccellenza. Sono tanti locali che propongono piatti molto interessanti da consumare con dell’ottima birra. Il tutto a prezzi decisamente buoni. Sotto il Municipio c’è la “Piwnica Swidnicka” la più antica birreria d’Europa, che ha aperto i battenti nel 1273. I locali sono belli e caratteristici. Le birre, bianche e scure, sono molto buone e servite con degli invitanti stuzzichini. Poco distante, sempre sulla Piazza del Municipio, si trova lo “Spiz” un altro ristorante di buon livello. Servono nove tipi di birre non pastorizzate, buone e leggere, accompagnate da fette di pane e crema di lardo da spalmare. Per le signore le birre sono accompagnate anche da un bicchiere di succo di lampone. Sempre dalle parti del Municipio c’è anche il ristorante “Pod Fredra” che propone un menù di stretta tradizione polacca.

 

 

pmc11_0722_club_cherry_06.jpg

 

Nei pressi del quartiere ebraico, in via Włodkowica 5, vicino alla Sinagoga “della cicogna bianca” si incontra un ristorantino, il Mleczarnia letteralmente “La Latteria”, dove è possibile fare una ottima colazione ed una buona cena polacca a prezzi molto contenuti, a partire da 25 zloti (circa 5 euro). Dopo le 17 apre anche la cantina.

Un altro ristorante assolutamente da provare è il Restauracja Okrasa, in via Igielna 8, a due passi dalla Piazza del Mercato, che propone piatti della tradizione polacca, preparati in modo accurato e serviti con cortesia ed attenzione. Si possono assaggiare i pierogi, una tipica pietanza polacca simile ai panzerotti con ripieno di carne ed a seguire un petto d’anatra con gnocchetti, pera cotta, salsa di amarena e purè di crauti rossi. Oppure filetto di maiale con verdure glassate e funghi con contorno di orzo perlato od ancora filetto di merluzzo del baltico con barbabietole cotte e salsa di capperi. Per dessert una fetta di torta di ricotta e mele. Alla fine non può mancare un bicchierino di wodka con miele ed erbe che risulta molto delicato ed un efficace digestivo. Sulla vicina via Wiezienna, da queste parti nota come “Galleria Italia” per la fila ininterrotta di ristoranti italiani, pizzerie, caffè con tavolini all’aperto e gelaterie, merita una sosta golosa il “Tralala Cafè” una gelateria italiana che propone 56 gusti di gelato; in estate i gusti diventano 96 per la gioia di piccoli (per loro, per scelta del proprietario del locale, il gelato è sempre gratis) e grandi.

 

Czekoladziarnia-Wroclaw.jpg

 

Come arrivare. Ci sono voli diretti per Wrocław da molti aeroporti italiani. Dall’aeroporto di Breslavia si può prendere l’autobus (linea 406) che parte ogni giorno ad intervalli di 20 minuti.

Dove dormire. Si consiglia il B&B Hotel Wrocław Centrum collocato a circa mezzo chilometro dal centro cittadino, ad un chilometro da Ostrów Tumski, il quartiere storico e 10 minuti a piedi dalla stazione ferroviaria Główny. 

Guida che parla italiano: Per visitare nel migliore dei modi la città non c’è nulla di meglio di una guida che parla italiano. Si consiglia di chiamare Anna Kulągowska, titolare della ditta Anital, che è in grado con passione e competenza di fare conoscere tutto ciò che di bello c’è in città. Il logo dell’azienda (la scritta Anital con sfondo la bandiera italiana) è un chiaro indizio della passione della titolare per tutto ciò che è italiano. Per contattarla collegarsi con il sito www.anital.pl e nel menù scegliere contatti.

Ulteriori info: www.wroclaw.pl/it che ha una sezione in italiano.

 

 

wro_dettaglio.jpg