Cipro terra di acque e di vini

di Leonardo Felician
Aprile 2, 2017

Un boutique resort con acque curative sulfuree e ristorazione gourmet al top sui tavoli della cantina, immerso in un angolo di Patrimonio dell’Unesco per straordinari mosaici di epoca ellenistica

V AA (2).JPG

 

Ayii Anargyri sono i santi Cosma e Damiano, venerati anche in Italia ma particolarmente cari alla tradizione ortodossa che gli ha affibbiato l’epiteto di “santi senza argento”, questa appunto la traduzione dal greco, in quanto giravano i villaggi compiendo guarigioni miracolose senza farsi pagare dalla povera gente. Il nome Ayii Anargyri Natural Healing & Resort ben si confà dunque alla più grande Spa dell’isola di Cipro, nascosta in un boschetto in mezzo ai monti della provincia di Paphos, proprio sul luogo di una sorgente sulfurea calda dalle doti curative e riabilitative, nota da secoli: è del 1649 una piccola cappella e l’edificio delle celle dei monaci che dal 2009 ospitano l’albergo.

 

AA V (3).JPG

 

Le camere di questo nascosto boutique hotel sono 56 camere compresi i bungalow staccati. La ristorazione è di primo piano con la luminosa sala del Amaroulla al primo piano, che serve anche il buffet di prima colazione, e il Cava Gourmet, un antro scavato nella pietra sottoterra con molte pregiate bottiglie di vini sia locali sia di tutta Europa. Si comincia con una zuppa leggera di patate e porri con funghi porcini punteggiata da gocce di panna fresca; come piatto principale c’è il coniglio con cipolle glassato all’aceto balsamico accompagnato da patate e verdure oppure il filetto di pesce persico con purea di patate. Un’ottima panna cotta al pistacchio alla salsa di lamponi conclude il menù.

 

AA V (2).JPG

 

Iscritta nell’elenco del patrimonio mondiale dell’Unesco, Paphos è uno dei motivi stessi per visitare Cipro: qui nel 1963 una famiglia di agricoltori s’imbattè scavando in una delle zone archeologiche più stupefacenti e ben valorizzate del Mediterraneo, situata appena fuori dal centro del paese e non lontano dal castello che domina il porto, costruito dai bizantini, smantellato dai veneziani e poi rifatto nelle tozze forme attuali dagli ottomani.

 

V AA (3).JPG

 

Si tratta di una quantità di mosaici di epoca ellenistica perfettamente conservati su temi mitologici come quello di Dioniso che insegna come fare il vino a Icarios, re di Atene. Per raggiungere si vola sull’aeroporto di Paphos o di Larnaka, che costituisce lo scalo principale, ben collegato con molte città italiane da voli Austrian Airlines  via Vienna. 

Ayii Anargyri Natural Healing & Resort Miliou, Paphos, isola di Cipro Tel 0035726814000 info@aasparesort.com www.asparesort.com

 

VINO.JPG

 

 

V AA (1).JPG