Puglia

Il Salento D'Inverno: Le Feste Sotto Il Segno Del Fuoco Per Magie Irripetibili

di Vinoecibo
Dic. 11, 2012

Il Salento d'inverno: le feste sotto il segno del fuoco per magie irripetibili

Il Salento d'inverno: le feste sotto il segno del fuoco per magie irripetibili

Feste di tradizione sotto il segno del fuoco. Non solo mare, non solo caldi estate nel Salento, ma anche in pieno inverno, questo lembo d'Italia è in grado di scaldare il cuore. Con la festa in onore di Sant'Andrea a Presicce, l'ultimo week end di novembre, sono inziate nel Salento le feste del fuoco, che culmineranno il 16 e il 17 gennaio a Novoli con la focara in onore di Sant'Antonio Abate. Feste che hanno le proprie radici nella tradizione contadina che richiamano alla mente riti ancestrali che segnavano il passo delle stagioni. Le focare infatti, grandi falò capaci di rischiarare le lunghe e scure giornate d'inverno, oggi come un tempo, vengono accese in occasione della potatura. E se a Presicce si utilizzano i rami secchi degli ulivi secolari perché Presicce è città dell'olio per eccellenza, a Novoli, invece, nel pieno Parco del Negroamaro, si utilizzano i tralci della vite per tornare ad essere coinvolti dalle magiche atmosfere del fuoco delle focare.







Che a Presicce, sotto il segno del fuoco, onorano Sant'Andrea, protettore dei pescatori. Nel suo nome si accende una grande focara, che gli abitanti del posto chiamano la focaredda e tra fuochi di artificio, bande e luminarie si mangiano le triglie fatte arrostire sul fuoco del Santo. Avvolti dalle suggestioni di una città nota per i frantoi ipogei , nella foto a dx, con i suoi palazzi gentilizi, le case a corte, i giardini segreti che si manifesta in tutta la sua eleganza nelle piccole vie a dedalo che caratterizzano il centro storico. Pronte a regalare emozioni uniche e irripetibili in ogni tempo dell'anno, come nella sera della festa di Sant'Andrea , quando durante una sagra alla gioie dello spirito si aggiungono le delizie del palato e si può degustare pesce azzurro, calamari fritti ma soprattutto il piatto tipico per eccellenza: maccheroni fatti a casa e conditi con il sugo alle triglie e pomodorini freschi.







Specialità nella specialità che il giovane Umberto, del ristorante Da Enzo, nella foto a sx, il suggestivo ingresso, interpreta con maestria questa tipica pietanza. Espressione emblematica della migliore tradizione dove si incontrano le due anime dei salentini, gente di mare e di terra, contadini con lo sguardo perso nell'orizzonte del mare. Sant'Andrea infatti protegge i pescatori che d'estate, proprio a Presicce, andavano a pesca nella vicina Lido Marini e d'inverno si seppellivano nelle profondità della terra. Eleggendo a loro residenza i frantoi ipogei, per vivere ma anche per lavorare le olive e produrre olio, il petrolio di una volta, che, copiosamente, veniva esportato dal porto di Gallipoli fino in Gran Bretagna e che veniva utilizzato per illuminare case e vie, ma anche oliare le macchine, durante la rivoluzione industriale.  Intanto, mentre brucia la focaredda di Presicce, a Novoli fervono i preparativi per organizzare...








la festa di Sant'Antonio Abate. Il 17 dicembre, a un mese esatto dalla grande festa, arrivano in piazza i carretti carichi di tralci di vite. La grande festa è diventata ormai la versione invernale della Notte della Taranta. Come nella Notte della Taranta i grandi musicisti interpretano i canti della canzone popolare grika e salentina, così i grandi artisti sono chiamati dalla Fondazione Focara ad interpretare quello che viene considerato l'espressione per eccellenza dell'arte contadina. L'anno scorso è stata la volta di Mimmo Paladino che ha inserito nella focara, alta 25 metri e di 20 metri di diametro, i cavalli di cartapesta. Quest'anno toccherà a Ugo Nespolo, il direttore del Museo del cinema di Torino interpretare la focara, dove inserirà i magici numeri. Ne hanno parlato durante la conferenza stampa per presentare le novità della focara 2013, il sindaco, Oscar Marzo Vetrugno, il presidente della Provincia di Lecce, Antonio Gabellone, la responsabile per il Salento di Pugliapromozione, Roberta Mazzotta, il responsabile di FocarArte, Toti Carpentieri, il responsabile marketing del Gal Valle della Cupa, Sandro Capodieci, il parroco di Novoli, Giuseppe Spedicato e il sindaco di Oria Cosimo Pomarico. Non è solo fuoco, dunque, quello che brucia in una notte. Intorno a questa grande costruzione, realizzata con i tralci della vite c'è tutto un movimento di idee e di pensiero. Quest'anno ad arricchire la festa, ci saranno gli sbandieratori di Oria, che celebrano ogni anno a metà agosto il Torneo dei Rioni. Grazie al contributo della rivista Spiagge, infatti Oria e Novoli si sono gemellate perché hanno in comune come santi protettori due eremiti: San Barsanofio (Oria) e Sant'Antonio Abate (Novoli). Di San Barsanofio sarà portata un'icona in oro, in processione accanto alla statua di Sant'Antonio Abate. E gli sbandieratori precederanno l'accensione della Focara.







Poi si ballerà intorno al fuoco. Per Focaralive, curata da Loris Romano, quest'anno si esibiranno artisti di ogni parte del mondo come Mory Kantè, Enzo Avitabile&Bottari, Raiz, Sud Sound System, Asian Dub Fondation, Balkan Beat Box. E quest'anno un nuovo contributo di idee è arrivato dagli Istituti di pena. I detenuti di Lecce, Milano e Trani, con il marchio Made in carcere, hanno prodotto per la focara di Novoli una sciarpa che può essere utilizzata anche come cappello e borsa e che sarà venduta nelle freddi notti del fuoco.
Ma per capire fino in fondo l'anima della festa, è d'obbligo fermarsi nella locanda di Novoli, Mangia an terra e stusciate subbra, per degustare i delizioni gnocculeddhi al sapore di mare: gnocchi di patate conditi con sugo di pesce e frutti di mare, che le famiglie di Novoli mangiano con amici e parenti in onore del Santo. Anche in questo piatto viene celebrato l'incontro tra la Terra e il Mare, l'anima del Salento. Tutta da scoprire anche in questi magici periodi dell'anno grazie al nuovo pacchetto turistico elaborato dalla rivista di turismo e cultura del Mediterraneo Spiagge (www.mediterraneantourism.it) in partenariato con Regione Puglia, assessorato al turismo, cultura e Mediterraneo, l'Agenzia Pugliapromozione, i Gruppi di Azione Locale Capo di Leuca e Terra d'Arneo, i Comuni di Supersano e Presicce (capofila) le Unioni dei Comuni della Grecìa Salentina e del Nord Salento.
 
Partner privati i B&B di Presicce, Monsellato (www.bebmonsellato.it), Giardino degli angeli (www.giardinodegliangeli.com), Via del Campo e Cavour gli alberghi Casina dei cariLa corte dei nonni , Buon Gusto  di Superano,  Albaro resort  di Leverano, gli agriturismi Casale Sombrino  e Le Stanzie a Supersano, i ristoranti Da Enzo a Presicce, Anima e cuore a Galatina, Mangia an terra e stusciate subbra a Novoli, La vecchia fontana a Supersano , le Ceramiche Branca a Tricase, il maestro cartapestaio Claudio Riso, le Cantine Castel di Salve , Merica Vini e l'unica azienda italiana che produce Angus in Italia, Comind srl , che si trova a Boncore di Nardò, nel Salento.
 
Dove dormire
In una casa di fine '800 con i tetti a volta e le camere da letto ampie. All'interno un ampio e curato giardino;
B&B Monsellato, via XX Aprile, 34 Presicce, tel 0833. 72 12 77
Cell. 349. 53 31 066 (Cesare); 349. 65 84 097;
www.bebmonsellato.it
info@bebmonsellato.it
 
Circondato da uliveti e vicina alla Chiesa affrescata di Santa Maria degli Angeli, le ampie camere sono state ricavate da una ex manifattura. I mobili in legno sono stati realizzati artigianalmente;
B&B Giardino degli Angeli, contrada Angeli, Presicce, tel. 329. 90 35 261;
www.giardinodegliangeli.com
info@giardinodegliangeli.com
 
In ambienti moderni, camere ampie, dotate di tutti i comfort;
B&B Via del Campo, via Angelo Ciullo medaglia d'argento, 9, Presicce, tel. 334 688 3343 (Romeo Corchia, titolare),
www.bbviadelcampo.com   bbviadelcampo@libero.it
 
In centro, ampie e moderne camere dai bagni spaziosi B&B Cavour  Via Cavour 20, Presicce
Tel. 347 47 49 962 (titolare Luigi Pepe);  luigi.bbcavour@gmail.com
 
Un'antica casina di campagna, immersa dal verde con ampia piscina e sala ricevimenti ad appena 3 chilometri dal mare;
Casina dei cari, strada provinciale Presicce Lido Marini, Presicce, tel. 0833. 71 12 84; 393 97 07 941; www.casinadeicari.it
info@casinadeicari.it
 
Hotel Corte dei Nonni, rione Padreterno 38, tel. 0833.73 02 23; 335. 121 43 44; www.cortedeinonni.com  info@cortedeinonni.com
 
Buongusto Hotel&restaurant, via Nociglia, 38, Supersano; tel. 0836. 63 24 43; 339. 69 43 480;
www.hotelbuongusto.com  info@hotelbuongusto.com
 
Albaro Resort, strada provinciale Leverano - Porto Cesareo, Leverano, tel. 0832. 91 19 82; 393. 92 03 624;
www.albaroresort.it; info@albaroresort.it
 
 
Dove mangiare
 
Ristorante arrosteria da Enzo, piazza Sandro Pertini, 8, Presicce, tel. 348 57 38 690
 
Ristorante Anima e Cuore, corso Garibaldi, Galatina, tel 0836. 56. 43. 01; 329. 227. 32. 00 (Alessandro)
animaecuore11@libero.it;
 
Casale Sombrino, strada provinciale 362 Supersano-Cutrofiano, 32, Supersano
Tel. 0833 63 12 73; cell. 347. 27 02 176 (Carmenita)
www.sombrino.it; info@sombrino.it
 
Le Stanzie, strada provinciale 362 Supersano-Cutrofiano, Supersano
Tel. 0833. 63 24 38; 340. 10 88 978 (Donato);
 
Trattoria: Mangia a nterra e stusciate subbra, via Lecce ang. Via Madaro sn - Novoli,
tel. 328. 12 66 043;
Gruppo Facebook Mangia a nterra e stusciate subbra;
roberta.pelle@live.it
 
Osteria Pizzeria La Vecchia Fontana, via Vittorio Emanuele 32, Supersano, tel. 331. 57 83 106; 340. 38 86 744
www.osterialavecchiafontana.it
info@osterialavecchiafontana.it
errico585@libero.it
 
Dove acquistare prodotti tipici
Ceramica Branca, via Tempio 32, 0833. 54 51 20
Maestro cartapestaio, Claudio Riso (via Vittorio Emanuele, 27, tel. 0832. 24 34 10)
Azienda vitivinicola Castel Di Salve, piazza Castello 8, Depressa di Tricase, tel. 0833. 77 10 41; www.casteldisalve.com;
Merica Vini, via Vittorio Alfieri, 254, Supersano, tel. 0833. 63 30 79; www.merica.it
info@merica.it
Comind società agricola srl
SP 109, km 8+900, provinciale San Pancrazio - Torre Lapillo, 72 050 Villaggio Boncore, Nardò (Le)
Tel. 346. 15 69 121; 346. 15 69 125
www.comind.info; info@comind.info
Civilla, strumenti musicali, via Giannuzzi 24, Maglie, tel. 339. 61 42 424 francesco.civilla@libero.it 
Istituto d'istruzione secondaria superiore, Enrico Giannelli, Liceo musicale con indirizzo musicale e coreutica, via Fiume 7, Parabita (Lecce)