Sicilia

Caparena Taormina

di Cristina Vannuzzi
Giugno 7, 2013

Caparena Taormina

Le ricette d'autore di Giorgio Rimmaudo.

Da quest’anno la novità è il Sushi & Grill realizzato in spiaggia accanto all’Executive Beach Area. Un ristorante, con vista panoramica, dove gustare varie specialità giapponesi oltre al pesce del giorno al barbecue. Tutte le delizie culinarie del S&G sono accompagnate da una selezionatissima lista di cocktails e sakè giapponesi. Ma gli spazi per gustare anche cibi vicini alla tradizione siciliana non mancano: c'è La Pergola e c'è lo splendido Garden Restaurant. La Pergola si trova all'ultimo piano, dal lato opposto rispetto al Ristornate La Veranda ed offre un’incantevole vista sul mare. E' qui che si possono gustare fantasiosi piatti di mare accompagnati da una ricercata collezione di vini siciliani. Col bel tempo ci si sposta nella Terrazza de La Pergola e pure nel Garden Restaurant. Da oggi e a seguire qualche esempio tratto dai menu de i ristoranti del Caparena proposti dallo chef Giorgio Rimmaudo.

Le ricette d'autore di Giorgio Rimmaudo.

La prima delle ricette dello chef del Caparena

Cannolo di pesce spada e battuto di tonno rosso ai profumi di Sicilia,crema di vastedda e mandarini al martini dry
Per il battuto di tonno:
gr 200 filetto di tonno rosso
gr 30 olio extra vergine d’oliva
gr 3 sale fino
gr 1 buccia arancia grattata
gr 1 buccia di limone grattata
gr 10 mandarino candito
 
Tritare il tonno molto freddo al coltello e condire con l’olio emulsionato con gli
agrumi e il sale.
 
Per i petali di pesce spada:
gr 200 fettine di pesce spada tagliato sottile
gr 5 sale spezziato agli agrumi
gr 20 olio extra vergine d’oliva
gr 1 melissa
gr 1 citronella
 
In una casseruolina mettere in infusione le erbe con l’olio per 10 minuti alla temperatura di 65°C.  Marinare il pesce spada per 10 minuti con il sale speziato. Sistemare le fettine di pesce in un foglio di pellicola,pennellare con l’infuso d’olio e farcire con il tonno chiudendo a forma di cannolo. Il cannolo deve apparire trasparente.

Per la crema di vastedda al martini dry.
 
gr 100 vastedda
gr 40 yogurt
gr 30 martini dry
gr 10 succo di limone
gr 3 sale fino
gr 20 ghiaccio
gr 30 mandarinetti
 
 
Unire tutti gli ingredienti in un cutter e frullare e frullare tranne i mandarinetti.
 
Per il piatto finito:Sistemare in un piatto concavo il cannolo di pesce,versare tutt’intorno la crema di vastedda e guarnire con del cedro candito nell’olio,un rametto di melissa ed erba cedrina. Olio al crescione e polvere di agrumi.

La prima delle ricette dello chef del Caparena